Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili

Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili (https://www.micimiao.net/forum/index.php)
-   No ai maltrattamenti e abbandoni degli animali (https://www.micimiao.net/forum/forumdisplay.php?f=25)
-   -   un altro leone ucciso (https://www.micimiao.net/forum/showthread.php?t=122741)

linguadigatto 21-07-2017 11:50

un altro leone ucciso
 
persone che alimentano il proprio ego rinsecchito assassinando animali, che pagano per farlo. che schifo, che rabbia, che male. addio ad un altro leone. :cry::dead::mad:

http://www.repubblica.it/ambiente/20...-C4-P2-S1.4-T1

Xiaowei 21-07-2017 12:05

Re: un altro leone ucciso
 
L'uomo non si merita nulla...

Aletto 21-07-2017 12:17

Re: un altro leone ucciso
 
Non leggo il link altrimenti vomito, giocare a fare i cavernicoli con armi e strumenti precisi dopo più di 100 000 anni non dovrebbe avere senso. Dovrebbe averlo rispettare gli altri esseri viventi, rendersi conto che non siamo superiori a nessun altro, e che continuando così ci autodefiniamo inferiori, "poveri di mondo" come diceva Heiddeger riferendosi però agli altri animali
I poveri di mondo siamo noi

ElenaRolfi 21-07-2017 12:37

Re: un altro leone ucciso
 
alcuni stati adottano questa strategia per avere introiti per poter conservare la specie in natura.

in altre parole: consento ai ricconi fulminati nel cervello di uccidere un leone e in cambio ricevo 45.000 euro. con quei 45.000 euro investo nella protezione dell'habitat e della popolazione wild dei leoni stessi, pago il personale, pago i permessi per mantenere l'area protetta eccetera eccetera....

è un controsenso ASSURDO ma spesso (non so se sia questo il caso) sono costretti a fare così, per mancanza di soldi...

linguadigatto 21-07-2017 12:57

Re: un altro leone ucciso
 
si è questo il caso, l'articolo riporta:
Quote:

Il paradosso è che circa il 70% dei soldi pagati dai cacciatori per poter sparare ai grandi felini (con almeno 5 anni di età e che si trovino fuori dai confini della riserva) finiscono all'ente parco proprio per la salvaguardia degli animali e le politiche anti bracconaggio. Ma finché non si metterà un freno, dicono gli ambientalisti, alla possibilità di cacciare nei safari africani la morte di questi straordinari animali - oggi si stima rimasti soltanto in 20mila - rischia di aumentare ogni anno. In poche decadi si è passati da 450mila leoni a poco più di ventimila e si stima vengano effettuate 1500 uccisioni l'anno.
e poi giustamente l'articolo sottolinea che la morte di questo maschio, che aveva 3 femmine e 7 cuccioli, probabilmente comporterà la morte dei cuccioli e il ferimento delle femmine durante la lotta per accaparrarsele. le uccisioni dei maschi destabilizzano le famiglie e i branchi, hanno conseguenze che vanno ben oltre il singolo individuo ucciso.

tutto questo pensando alla conservazione della specie... per la singola uccisione ovviamente non ci sono scuse né giustificazioni.

chissà se il ponte per i leoni è popolato da bracconieri da mordere nel sedere? :cry:

babaferu 21-07-2017 13:14

Re: un altro leone ucciso
 
Quote:

Originariamente inviato da ElenaRolfi (Messaggio 2112153)
alcuni stati adottano questa strategia per avere introiti per poter conservare la specie in natura.

in altre parole: consento ai ricconi fulminati nel cervello di uccidere un leone e in cambio ricevo 45.000 euro. con quei 45.000 euro investo nella protezione dell'habitat e della popolazione wild dei leoni stessi, pago il personale, pago i permessi per mantenere l'area protetta eccetera eccetera....

è un controsenso ASSURDO ma spesso (non so se sia questo il caso) sono costretti a fare così, per mancanza di soldi...

Secondo me questo e' solo un bell'alibi per continuare a fare affari sulla pelle di questi meravigliosi animali.... Oltre quello che dice Lingua, c'è anche l'ovvia conseguenza che si alimenta una cultura di morte e dominio!
Un bacio, ba

ElenaRolfi 21-07-2017 13:16

Re: un altro leone ucciso
 
Quote:

Originariamente inviato da babaferu (Messaggio 2112161)
Secondo me questo e' solo un bell'alibi per continuare a fare affari sulla pelle di questi meravigliosi animali.... Oltre quello che dice Lingua, c'è anche l'ovvia conseguenza che si alimenta una cultura di morte e dominio!
Un bacio, ba

sto finendo i miei studi proprio in questi mesi e ho scelto il ramo della biologia che si occupa di conservazione degli animali e della biodiversità. so di cosa ti sto parlando. non è un alibi, è purtroppo la triste e necessaria realtà di alcuni stati

linguadigatto 21-07-2017 13:17

Re: un altro leone ucciso
 
Quote:

Originariamente inviato da babaferu (Messaggio 2112161)
Oltre quello che dice Lingua, c'è anche l'ovvia conseguenza che si alimenta una cultura di morte e dominio!
Un bacio, ba

e oltretutto così passa anche l'idea che le riserve non siano altro che aree di "allevamento" o "ripopolazione" ad uso e consumo dei cacciatori.

@Elena se hai tempo e voglia di approfondire un po', l'argomento mi interessa... anche banalmente sapere a chi indirizzare eventuali donazioni, ecc.

ElenaRolfi 21-07-2017 13:29

Re: un altro leone ucciso
 
Mi sembra di non essermi spiegata molto bene...le riserve sono aree di ripopolazione certo, e di conservazione degli animali a rischio di estinzione o in stato critico. Per mantenerle attive e sopratutto efficienti ed efficaci ci voglio soldi, tantissimi soldi. Molto spesso i soldi mancano, in paesi poveri come lo Zimbawe e tanti altri. Dunque gli enti privati o statali sono costretti a scendere a questo assurdo compromesso, cioè di concedere a qualche privato di eliminare per divertimento (già...) qualche soggetto - a livello di dinamica di popolazione un individuo in meno non è un costo elevato, se il tasso di crescita della popolazione viene mantenuto costante grazie alla conservazione dell'habitat - in cambio di parecchi soldi, con i quali l'ente stesso può continuare a mantenere protetta l'area. Spero di essermi spiegata meglio

babaferu 21-07-2017 13:29

Re: un altro leone ucciso
 
Quote:

Originariamente inviato da ElenaRolfi (Messaggio 2112162)
sto finendo i miei studi proprio in questi mesi e ho scelto il ramo della biologia che si occupa di conservazione degli animali e della biodiversità. so di cosa ti sto parlando. non è un alibi, è purtroppo la triste e necessaria realtà di alcuni stati

Elena non concordo sul "necessario". Altri mondi sono possibili.... Ma e' un argomento troppo lungo e spinoso.
Un bacio, ba


Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 03:43.

Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright, Privacy e Note Legali : Micimiao.net - Micimiao.it - Micimiao.com Copyright ©2000 - 2020.
Tutti i contenuti presenti all'interno di questo sito sono proprietà di micimiao e sono protetti da copyright. .
E' pertanto severamente vietato copiare anche solo parzialmente i contenuti di questo sito senza aver ottenuto il consenso esplicito.
Creato, aggiornato e gestito da webmaster Tamara