Visualizza messaggio singolo
Vecchio 11-11-2016, 13:13   #9
Profilo Utente
SerenaF
Supergatto
 
L'avatar di  SerenaF
 
Utente dal: 11 2015
Paese: Torino
Regione: Piemonte
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 3,176
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Quote:
Originariamente inviato da GeorgiaGee Visualizza Messaggio
Sulla questione 80% patologia dovuta all'alimentazione, ovviamente in quei casi in cui non c'e' la componente genetica e il fattore iella. Ovviamente non tutto e' colpa dell'alimentazione o stile di vita. C'e', come diciamo sempre, il gatto che campa 20 anni a lasagne e crocchi Friskies, e quello che a 4 anni, alimentato perfettamente, si prende un tumore, cosi come l'umano vegano che non fuma, non beve, fa sport e dorme 20 ore e poi si ammala di tumore ai polmoni, mentre quello che fuma da 70 anni muore di vecchiaia.
Per il resto, basta pensare a quanti americani si prendono un cancro e a quanti giapponesi.
Lo stile di vita e l'alimentazione stanno alla base dello star bene, quel che mangi/respiri/lo stress etc etc
Quindi si patologie in cui l'alimentazione e' la causa, ma c'e' anche il resto (genetica, sfortuna, conseguenza di altro), e questo non sempre puoi scoprirlo, ma se cambi alimentazione e il problema sparisce e migliora...
Io penso che iella e genetica abbiano un ruolo vastissimo: di fatto le abitudini scorrette (alimentazione schifosa, alcol, fumo, vita sedentaria...) predispongono ad un gran numero di patologie, cardiovascolari in primis (che sono mi sembra di ricordare la prima causa di mortalitÓ in Occidente), ma poi ci sono svariati altri fattori che amplificano o smorzano gli effetti di queste cattive abitudini.

Per˛, perdonami, non ho ancora capito quale sia l'opinione di Bettio sul legame fosforo-IRC.
SerenaF non Ŕ collegato   Rispondi Citando Vai in cima