Visualizza messaggio singolo
Vecchio 12-11-2016, 10:22   #27
Profilo Utente
babaferu
Supergatto
 
Utente dal: 06 2008
Paese: torino
Gatti: 3
Messaggi: 12,912
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Quote:
Originariamente inviato da Mialuce Visualizza Messaggio
Devo dire che questa affermazione:
"Come mai c'è una crescente % di gatti con problemi alle vie urinarie e renali?

Per lo stesso motivo per cui c'e' un aumento di malattie nella popolazione umana, dovute allo stile di vita e alimentazione moderna"

mi lascia un po' perplessa.
Sicuramente è vero che certe patologie sono aumentate, ma non è che la salute fosse migliore quando lo stile di vita e l'alimentazione erano meno "moderni".
http://www.linkiesta.it/it/article/2...50-anni/22110/
Si muore di certe malattie ANCHE perché non si muore prima di altro e sospetto fortemente che sia così anche per gli animali.
Ok si muore di certe malattie perché non si muore più di altre. Ma questa osservazione è fuorviante se consideriamo che si ammalano anche gatti giovani, così come ad esempio aumenta il diabete e l'obesit a nei bambini.... Aumentano patologie che dovrebbero arrivare in età avanzata ed invece abbassano l'età della loro comparsa. È a questo tipo di fenomeno che bettio credo facesse riferimento. Un conto è una sofferenza renale in un gatto ventenne.... Ci sta, senza scomodare l'industriale o la barf. Ma l'impressione è che l'età stia proprio scendendo.....
Più leggo questi approcci e più mi convincono.
Anche perché gli studi approfonditi che vorremmo noi mancano da una parte e dall'altra.... Ma quello che abbiamo sotto gli occhi è l'effetto del cibo industriale-cotto!
Baci ba
babaferu è collegato   Rispondi Citando Vai in cima