Discussione: Allevamento o lager???
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 23-07-2019, 11:12   #23
Profilo Utente
alimiao
Moderatore
 
Utente dal: 01 2015
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 2,537
Predefinito Re: Allevamento o lager???

Una volta ho assistito a questa scena agghiacciante. Ero in un negozio di animali a Milano (una catena, che scucciola alla grande e alla luce del sole, e nessuno fa niente). Ero entrata per dare un'occhiata ai tiragraffi. C'era una signora incinta con una bimba piccola (massimo quattro-cinque anni). C'era un cucciolo di exotic shorthair in una gabbia. La bimba va fuori di testa: mammaaaaa, lo voglioooo... la padrona del negozio lo toglie dalla gabbia e lo mette in braccio alla bimba (avete presente un cucciolino di forse nemmeno 3 mesi di exotic??!! irresistibilmente patatone). La figlia sempre più eccitata "lo voglio, lo voglio!!" e la mamma "sì, aspetta, vediamo un attimo, ti ho promesso il gattino per Natale ma ora non è ancora il momento"... la padrona del negozio ovviamente gongolava e cincischiava.

La mamma inizia a fare delle domande che fanno capire che lei di gatti non sa nulla, del genere: "senta ma il gatto quanto può restare da solo, tipo noi andiamo via spesso il w-end, può restare solo 2 giorni? magari la vicina può andare a dargli da mangiare ogni tanto..." e la padrona "ma ceeeerto, basta che abbia cibo e acqua"... e intanto la bimba "lo voglio lo voglio". Io ero molto indecisa se dire qualcosa o meno, ma non potevo certo dire quello che avevo in mente ovvero "scappa, se devi prendere un gatto di razza non è certo questo il modo, e poi sei pure incinta di molti mesi, ma porca @@%%&&, riflettici un secondo, fai le cose perbene, credi davvero che poi con un bebè e una bimba piccola e i w-end via avrai tempo ed energie per il gattino?". Tentavo di lanciare delle occhiate, e quella probabilmente ha pensato che fossi una psicopatica. Poi alla fine dice alla figlia "va bene, ora andiamo dai, tanto a Natale il gattino arriva" e la bimba sempre più isterica "sì ma io voglio QUESTO gattino!!"
Lì sono uscita altrimenti sbroccavo.

La gente prima di comprare un'auto, un cellulare, persino una lavastoviglie si informa, fa il giro dei negozi, chiede alle amiche. Invece quando si tratta di scegliere un essere vivente che vivrà con te e in casa tua e che sarà in tutto e per tutto dipendente da te per i prossimi 10-20 anni, lo sceglie come si sceglie una borsa al mercato. Ovvero, mi piace il modello, mi piace il colore, vediamo di tirare un po' sul prezzo, anche se è un'imitazione fa niente, purché sia simile all'originale così me la posso tirare di avere la borsa di marca.

Io credo che ci siano rare eccezioni in cui questa ignoranza è in qualche modo giustificabile, ma nel 99% dei casi, a Milano nel 2019 in persone mediamente istruite, no, è semplicemente inaccettabile.

Anche sui rescue sono un po' dubbiosa... mi spiego con un esempio. Adesso si vedono tantissimi levrieri rescue (greyhound e galgo soprattutto). Sono cani che fanno una GRAN scena, sono bellissimi (e fra l'altro molto tranquilli). Io sono da sempre stata appassionata di levrieri, ben prima che esistessero i rescue, quando erano più rari delle mosche bianche. I levrieri sono cani particolarissimi, sia per il carattere, sia per le esigenze, sono quasi "non cani" (infatti sono spesso paragonati ai gatti). Insomma andrebbero scelti con grande cognizione di causa. Però secondo me la maggioranza di quelli che prendono un rescue adesso lo fa perché in pratica vuole avere il cane strafigo gratuitamente. Come mai questa gente non si è mai interessata ad avere un greyhound da allevamento prima che esistessero i rescue? sarà perchè magari costano 2000 euro o più? o come mai se voleva fare una buona azione non ha preso il cagnino bruttino del canile? Per carità, alla fine si fa comunque una buona azione e si salva un animale che era costretto in canile, però questo per dire quanto il "fattore risparmio" incida comunque nelle scelte delle persone...

Ultima Modifica di alimiao; 23-07-2019 at 11:20.
alimiao non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima