Visualizza messaggio singolo
Vecchio 25-08-2019, 11:41   #3
Profilo Utente
Aletto
Supergatto
 
Utente dal: 12 2014
Paese: Roma
Regione: Lazio
Sesso: Donna
Gatti: 3
Messaggi: 7,354
Predefinito Re: far uscire il gatto (cistitico)

"Sono giunta alla conclusione che il mio gatto avrebbe piu vantaggi che svantaggi ad uscire di casa. Per me sarebbe estremamente difficile fare una cosa del genere, perché mi causerebbe almeno inizialmente un'enorme ansia, ma sto iniziando a pensare che tenerlo chiuso è una cosa a vantaggio piu della mia tranquillit* che del mio gatto."

E' difficile consigliarti, tu stessa hai vissuto e valutato l'entit delle sue difficolt che sono sfociate in somatizzazione. Lo stress sopportabile solo se limitato nel tempo, vivere una vita sotto stress molto diverso.
Inoltre Enzo "solo da piu giovincello ha avuto delle scappatelle esterne, quando abitavamo con i miei genitori" e qui nascono domande sulle sue possibili reazioni se fosse libero di uscire e tornare a casa a suo piacimento, ossia: prevarrebbero nel comportamento le cause remote, quelle filogenetiche (specie, funzione, evoluzione) o quelle prossime, vicine, ontogenetiche inclusa l'ebbrezza di ritrovare la libert di espressione? E' difficile fare previsioni.

Farli uscire implicherebbe anche il contatto visivo e/o la eventuale lotta con altri gatti che non sappiamo se sono in buona salute. Implicherebbe scommettere sulle loro competenze nell'affrontare gli imprevisti che un gatto libero sa affrontare al volo e sa gestire con facilit, certo non le automobili che anche un gatto libero pu avere difficolt a valutare il pericolo che rappresentano, e ti dir: a volte pi macchine ci sono pi sanno come evitarle perch entrano a far parte del contesto in cui vivono.
Gil un gatto in et anziana, i riflessi potrebbero essere meno pronti

Certo che se li vedi sofferenti nello star chiusi con le cistiti che ne derivano, l'alternativa farli uscire, ma con estrema cautela e consapevolezza delle conseguenze incognite.

Eviterei di portarlo col trasportino altrove e lasciarlo parzialmente libero per poi tornare in casa di cui ne ha gi piene le balle. Eviterei anche il guinzaglio al quale non tutti i gatti si adeguano ed avresti l'incognita di una sua reazione se impossibilitato a muoversi in caso lui lo ritenga necessario alla sua necessit del momento.


"Quando mi trastullo con la mia gatta chiss se essa non faccia di me il proprio passatempo pi di quanto io faccia con lei" Montaigne
Aletto non  collegato   Rispondi Citando Vai in cima