Discussione: Randagismo felino
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 25-06-2006, 16:42   #1
Profilo Utente
Prem-Kala
Supergatto
 
L'avatar di  Prem-Kala
 
Utente dal: 01 2003
Paese: Trento
Regione: Trentino
Sesso: Donna
Gatti: 1
Messaggi: 38,193
Predefinito Randagismo felino

Discussione di Vince riportata dal vecchio forum

Non più gatti randagi.[]
Per prima cosa occorre sapere che i gatti sono animali sociali che si muovono liberamente su di un determinato territorio.
La territorialità, già sancita dalla Legge 281/91, è una caratteristica etologica del gatto che esclude il randagismo e riconosce la specificità della specie felina di avere un riferimento territoriale - o habitat - dove svolgere le sue funzione vitali quali cibo, rapporti sociali, cure, riposo.
Quindi per "colonia felina" si intende un gruppo di gatti che vivono in libertà e sono stanziali o frequentano abitualmente lo stesso luogo pubblico o privato.

Legge Nazionale 281/91 la quale dispone altresì che:

E' vietato a chiunque maltrattare i gatti che vivono in libertà

E' vietato spostare gatti nati in libertà

Si ricorda che il maltrattamento di animali è a tutti gli effetti un reato, punito dall’articolo 727 del Codice Penale, che prevede pene fino a 5.000 euro, ed è quindi dovere morale di ogni cittadino rispettare gli animali e portare a conoscenza degli organi di polizia giudiziaria (Polizia Municipale, Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, Polizia di Stato), tramite esposto oppure verbalmente, qualunque violazioni a tale articolo di cui si trovasse ad essere testimone.

Ovviamente, il reato sopra citato si applica anche agli animali non di proprietà, e quindi anche alle colonie feline residenti sia su terreno pubblico che privato, ivi compresi i giardini condominiali.

Pertanto, è fatto divieto a chiunque di maltrattare o spostare i gatti che vivono in libertà all’interno del giardino condominiale. Si invitano tutti i condomini a vigilare in proposito e a segnalare all’autorità giudiziaria gli eventuali casi di maltrattamento di cui fossero testimoni, collaborando con la stessa per l’individuazione dei responsabili, anche nel caso si trattasse di persone minorenni.

Inoltre eventuali divieti di fornire cibo alle colonie feline devono essere considerati come un tentativo di maltrattamento, in quanto si omette di dare agli animale ciò di cui hanno bisogno.
Prem-Kala non è collegato   Vai in cima