Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili
Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili e amici degli animali
Aiuta anche tu Micimiao clicca qui

Home Micimiao Forum Regolamento FAQ Calendario
Vai Indietro   Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili > MICIMIAO FORUM DI DISCUSSIONE SUI MICI > Alimentazione

Notizie

Alimentazione Domande e consigli riguardo tutto ciò che i nostri a-mici mangiano o dovrebbero mangiare

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 15-02-2016, 12:17   #1
Profilo Utente
AlessiaPippi
Gattone
 
L'avatar di  AlessiaPippi
 
Utente dal: 04 2015
Paese: Vicenza
Regione: Veneto
Sesso: Donna
Gatti: 1
Messaggi: 1,995
Predefinito Visita nutrizionista Pippi : Barf, Animalstar e Whole Prey

In un momento di pausa, provo ad aprire il “famoso” thread sulla visita col nutrizionista e sui miei relativi studi.

Partiamo dall’inizio inizio inizio, sperando che abbiate tempo e voglia di leggere il romanzo che ne verrà fuori.

Pippi da tre mesi a circa un anno, alimentazione : crocchette Royal Canin (giuro, è passato talmente tanto tempo che non ricordo neanche più quali erano) e umidi completi e complementari di varie marche (Anymonda, Hermann’s Bio, Natural Trainer, Real Nature, Almo Nature).
Sintomi : alito pesante, meteorismo, diarrea (vomito con umidi complementari Almo Nature) alternata a feci cosparse di abbondante muco, forfora, pelo “infeltrito”, presenza di cristalli di ossalato di calcio nelle urine.
Prescrizione veterinaria : crocchette Urinary Royal Canin. La situazione degenera, la piccola vomita liquido arancione. Si passa all’umido Urinary senza alcun risultato, smette di vomitare ma è sempre in diarrea.

Cambio veterinario.
Passiamo ai monoproteici DRN, soloquaglia e sologalletto. La situazione non migliora, nonostante la contemporanea somministrazione di diversi tipi di fermenti lattici e farmaci contro la diarrea.

Passiamo quindi come ultima spiaggia alla somministrazione per circa un mese di solo macinato di manzo crudo.
Sintomi scomparsi dopo circa un mese e mezzo : alito pesante, meteorismo, diarrea, forfora, pelo infeltrito.
L’analisi delle urine conferma anche la completa scomparsa dei cristalli di ossalato di calcio (che, va detto, non si sono mai più ripresentati).

La gatta però è visibilmente dimagrita e informandomi (soprattutto sul forum) capisco che la sola somministrazione di macinato crudo non è considerabile un pasto completo.
Provo ad inserire Felini Complete, ma la gatta torna in diarrea.
Il veterinario pertanto presuppone una possibile intolleranza a qualche forma di additivo e/o conservante (impossibile stabilire quale) e mi suggerisce di iniziare con lei la cosiddetta dieta Barf, senza però aiutarmi nella composizione della stessa.

Da metà luglio dell’anno scorso decido di iniziare con la somministrazione delle vaschette di AnimalStar. Le piacciono praticamente tutte le referenze, ad eccezione del cavallo e della trota (un odore assurdo, la posso pure capire povera stellina).
La situazione va fisicamente migliorando. La gatta riprende peso e vivacità, il pelo diventa bellissimo, le feci dure, sabbiose, senza muco.

Psicologicamente però la gatta diventa irrequieta, insofferente. Cerca più volte, in preda a raptus di apparente follia, di buttarsi giù dal terrazzo (io sto al terzo piano), piange come se fosse frustrata.
A poco o niente servono la somministrazione di Anxitane (la gatta torna in diarrea), fiori di Bach e fiori australiani Emergency.

A novembre l’esame urine rivela una forma di cistite da stress. Non si capisce però se sia il nervoso a causarle la cistite o viceversa. L’esame, ripetuto due mesi dopo, dopo la somministrazione di fiori di bach, rivela un valore PH schizzato a 7.5. Chiedo al mio veterinario se la causa può essere l’alimentazione ma mi dice di no.


Ma siccome io sono una zuccona, decido di rivolgermi ad un nutrizionista.
Questa la doverosa premessa.


Il nutrizionista, vista la composizione delle vaschette Animalstar, mi suggerisce di interromperne la somministrazione per svariati motivi. Il primo, principe, perché non viene indicata in maniera completa la composizione della vaschetta stessa. Il secondo, altrettanto importante, perché l’unica referenza a citare la presenza di organi interni è il coniglio. La terza, quella che mi convince definitivamente, è l’integrazione di taurina presente in ogni vaschetta : in pratica, stando al nutrizionista, sto bombardando la mia gatta con una dieta iperproteica e troppo ricca di taurina. Questa la causa scatenante del cambio di comportamento.
Il nutrizionista mi rivela di essere assolutamente pro dieta casalinga, ma non pro – Barf e me ne spiega il motivo. In natura il gatto mangia piccoli animali, quali principalmente topi, uccellini, piccioni e insetti, che contengono una minima dose di ossa.
Mi prescrive intanto una dieta per disintossicare la gatta, da fare per circa tre settimane. La dieta consta in carne di piccione, cuore di manzo, quaglia e uova di quaglia, pesce azzurro e verdure.
Non ero affatto convinta, ma mi sono dovuta ricredere.
Dal punto di vista comportamentale si è trasformata già dopo una settimana. Più calma, giocosa in maniera allegra e non aggressiva, fine delle turbe psicologiche e dei tentativi di suicidio.
Ora dovrò rifare l’esame delle urine e tornare da lui per iniziare a stilare quella che sarà poi la dieta della sua vita.

Nel frattempo io ho cominciato a studiare e studiare parecchio e sono sufficientemente convinta di iniziare con lei una dieta casalinga non Barf. Quello che mi ha sempre fermato è la necessità di integratori nella dieta Barf, quali vitamine, farina di ossa, taurina etc etc. Sia per la paura che abbiamo tutti di sbagliare e fare danni, sia perché la mia piccola con integratori e cose chimiche non va d’accordo.
Esistono dei siti molto interessanti, per chi conosce bene l’inglese, su due tipi di dieta non Barf. Basta “googlare” : Whole prey raw cats oppure Frankenprey raw cats.
In sintesi la prima consta nella somministrazione al gatto della preda intera. Manco a dirlo, questa dieta è la più completa e la più semplice, ma bisogna avere il fegato di riuscire a somministrare l’uccellino di turno o il topino morto e bisogna avere il gatto “fogna” al punto giusto. Esistono siti internet che vendono topi / pulcini e piccioni. Questa dieta è completa in quanto comprende piume, interiora, teste, sangue etc.
Nella barf infatti si rende necessaria l’integrazione proprio a causa del fatto che alcuni elementi fondamentali per la nutrizione del gatto vengono a mancare nel momento in cui, per quanto varia, si somministra al gatto la sola carne cruda (e parlo di muscolo, ossa e interiora). La carne infatti per essere messa in commercio viene dissanguata e ovviamente viene eviscerata e spiumata.
La seconda, la Frankenprey, prende il nome proprio da Frankestein e consta nella somministrazione, appunto, di mix di diversi animali (carne di uno, ossa di un altro, interiora di un altro ancora) fino al raggiungimento di un pasto bilanciato e completo. Devo essere sincera, questa la devo studiare ancora bene, perché non mi è chiaro come raggiungere la completezza senza l’aggiunta di integratori e senza la somministrazione di prede intere.
Nel frattempo ho imparato la differenza tra “ossa polpose” e “carne senza osso”, e tanti altri piccoli trucchetti legati a questo tipo di alimentazione.
Che le interiora, ad esempio, danno tendenzialmente feci molli, mentre le ossa polpose danno feci bianche e dure. Per ovviare ad entrambe i problemi basta somministrarli insieme.
Ho imparato che più un muscolo è in movimento, più contiene taurina : per fare un esempio, le ali di pollo contengono molta più taurina del petto. Il muscolo che contiene più taurina in assoluto è il cuore. Sembra sia sufficiente la somministrazione di cuore di manzo due volte a settimana per assicurare al gatto la dose di taurina di cui ha bisogno.
Ecco, come detto, il cuore non rientra nella categoria “interiora”, ma nella categoria “carne senza ossa” (leggasi = muscolo).
Più le interiora sono nascoste, meglio fanno al gatto. Si parla quindi di ventrigli, milza e pancreas.
Entrambe queste diete non prevedono in realtà l’uso di verdure. I siti riportano che alcuni studi dimostrano che raramente il gatto mangia il contenuto dello stomaco della preda : deve essere moribondo di fame per farlo.
Queste due diete smontano anche la leggenda della Barf per cui bastano due somministrazioni al giorno di cibo al gatto. In realtà (ma non sono riuscita a tradurre completamente, quindi vi riporto quello che ho capito) un digiuno prolungato tra un pasto e l’altro provoca il proliferare di acidi gastrici e quindi possibile sensazione di nausea.
Suggeriscono anche ad esempio, come evitare che il gatto se ne vada in giro per casa col pezzettone di carne in bocca facendo un casino ovunque. E’ sufficiente non somministrare pezzettoni troppo grossi (provato, confermo).
Ecco, direi che per il momento vi ho rubato anche troppo tempo e spazio e mi fermo qui con la promessa di aggiornare appena ho nuove.
AlessiaPippi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 15-02-2016, 12:25   #2
Profilo Utente
7M
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Visita nutrizionista Pippi : Barf, Animalstar e Whole Prey

Non ho capito una cosa Alessia, la carne che stai dando ora alla Pippi la dai cruda o cotta?
  Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 15-02-2016, 12:31   #3
Profilo Utente
fastfreddy
Gatto
 
L'avatar di  fastfreddy
 
Utente dal: 11 2015
Paese: Bergamo
Regione: Lombardia
Sesso: Uomo
Gatti: 1
Messaggi: 682
Predefinito Re: Visita nutrizionista Pippi : Barf, Animalstar e Whole Prey

molto interessante ...seguo con attenzione grazie


il gatto volante
fastfreddy non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 15-02-2016, 12:33   #4
Profilo Utente
AlessiaPippi
Gattone
 
L'avatar di  AlessiaPippi
 
Utente dal: 04 2015
Paese: Vicenza
Regione: Veneto
Sesso: Donna
Gatti: 1
Messaggi: 1,995
Predefinito Re: Visita nutrizionista Pippi : Barf, Animalstar e Whole Prey

Quote:
Originariamente inviato da 7M Visualizza Messaggio
Non ho capito una cosa Alessia, la carne che stai dando ora alla Pippi la dai cruda o cotta?
Tutto rigorosamente crudo franca, fatta eccezione per il pesce che do bollito.
AlessiaPippi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 15-02-2016, 12:41   #5
Profilo Utente
7M
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Visita nutrizionista Pippi : Barf, Animalstar e Whole Prey

Quote:
Originariamente inviato da AlessiaPippi Visualizza Messaggio
Tutto rigorosamente crudo franca, fatta eccezione per il pesce che do bollito.
Ah ok non riuscivo a capire perché parlavi di una dieta disintossicante di 3 settimane.
Sono contenta che la piccolina sembra stare meglio!! Speriamo che riusciate a risolvere i suoi problemi definitivamente!!
  Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 15-02-2016, 12:47   #6
Profilo Utente
AlessiaPippi
Gattone
 
L'avatar di  AlessiaPippi
 
Utente dal: 04 2015
Paese: Vicenza
Regione: Veneto
Sesso: Donna
Gatti: 1
Messaggi: 1,995
Predefinito Re: Visita nutrizionista Pippi : Barf, Animalstar e Whole Prey

Quote:
Originariamente inviato da 7M Visualizza Messaggio
Ah ok non riuscivo a capire perché parlavi di una dieta disintossicante di 3 settimane.
Sono contenta che la piccolina sembra stare meglio!! Speriamo che riusciate a risolvere i suoi problemi definitivamente!!
E' proprio il pesce che la quieta, ho notato.
E le fa anche fare tanta pipì.
AlessiaPippi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 15-02-2016, 12:48   #7
Profilo Utente
7M
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Visita nutrizionista Pippi : Barf, Animalstar e Whole Prey

Quote:
Originariamente inviato da AlessiaPippi Visualizza Messaggio
E' proprio il pesce che la quieta, ho notato.
E le fa anche fare tanta pipì.
Bene allora!! Però il pesce è cotto... Carne cotta perché non provi a darne??
  Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 15-02-2016, 13:05   #8
Profilo Utente
SerenaF
Supergatto
 
L'avatar di  SerenaF
 
Utente dal: 11 2015
Paese: Torino
Regione: Piemonte
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 3,176
Predefinito Re: Visita nutrizionista Pippi : Barf, Animalstar e Whole Prey

Sono ancora molto perplessa sulle varie diete BARF e a cudo, anche perché, se è vero che alcuni sintomi li presentano anche le mie gatte, tutto sommato loro tollerano bene la dieta industriale (mentre con una cucinata da me avrei il terrore costante di non dargli qualche nutriente essenziale o, peggio ancora di dargliene in quantità eccessiva). Per ora mi ritengo benedetta dalla scomparsa (o dalla drastica riduzione) dei vomitini di Edhel e in futuro vorrei provare a somministrare un gf "blando" (cioé con ceneri basse) a Chiquita per quache mese per vedere se i suoi problemi di forfora e alito pesante migliorano. Intanto sono contenta che Pippi abbia tratto giovamento da una dieta più naturale: tra l'altro avevo visto un sito, ma non mi ricordo quale , dove vendevano dei topini morti (per rapaci), ma mi facevano una pena incredibile perché sono quelli bianchi, carini e non so se me la sentirei di darli ai miei gatti anche se penso che sarebbe in assoluto la dieta migliore per loro.
Volevo però farti una domanda, perché anch'io ho letto di recente qualcosa di simile, ma i conti non mi tornano, e cioé: tu scrivi, giustamente, che la taurina è contenuta soprattutto nei muscoli e massimamente in quelli in continuo movimento, tipo il cuore. Però l'altro giorno ho trovato in un pet shop una scatoletta della Leonardo (Cuori di tacchino e verdure, anche se i cuori ammontano al 15% del totale, ma non penso che il cuore costituisca una porzione più abbondante in una preda, no? Cioé il mio cuore non pesa 1/15 della mia massa totale, presumibilmente molto di meno), eppure l'integrazione di taurina è di 1,5mg. Ma se già ci sono i cuori, perché hanno bisogno di integrarla? Forse perché la "preda" è morta un mese prima e quindi la gran parte della taurina è andata. Ma se fosse così, che garanzie abbiamo che mangiando un topino (morto e surgelato tot giorni prima) il gatto assuma una dose sufficiente di taurina, senza bisogno di associare un secco o un umido completo? L'abbattimento e il congelamento termico arrestano il deterioramento della taurina?
Scusate le pippe mentali e grazie per l'interessantissimo post.
SerenaF non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 15-02-2016, 13:06   #9
Profilo Utente
babaferu
Supergatto
 
Utente dal: 06 2008
Paese: torino
Gatti: 3
Messaggi: 12,912
Predefinito Re: Visita nutrizionista Pippi : Barf, Animalstar e Whole Prey

Quote:
Originariamente inviato da 7M Visualizza Messaggio
Bene allora!! Però il pesce è cotto... Carne cotta perché non provi a darne??
....o pesce crudo?
Più che tutto, come ti organizzi?

Un bacio ba
babaferu non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 15-02-2016, 13:23   #10
Profilo Utente
Brioche:)
Supergatto
 
L'avatar di  Brioche:)
 
Utente dal: 02 2015
Regione: Toscana
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 4,200
Predefinito Re: Visita nutrizionista Pippi : Barf, Animalstar e Whole Prey

La taurina se ne va con la cottura della carne.....credo sia per quello che viene aggiunta nelle scatolette.


Brioche & Billy
Un gatto non vuole che tutto il mondo lo ami, solo quelli che lui ha scelto di amare (H. Thompson).
Brioche:) non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu Non puoi postare nuovi threads
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 19:49.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright, Privacy e Note Legali : Micimiao.net - Micimiao.it - Micimiao.com Copyright ©2000 - 2020.
Tutti i contenuti presenti all'interno di questo sito sono proprietà di micimiao e sono protetti da copyright. .
E' pertanto severamente vietato copiare anche solo parzialmente i contenuti di questo sito senza aver ottenuto il consenso esplicito.
Creato, aggiornato e gestito da webmaster Tamara