Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili
Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili e amici degli animali
Aiuta anche tu Micimiao clicca qui

Home Micimiao Forum Regolamento FAQ Calendario
Vai Indietro   Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili > MICIMIAO FORUM DI DISCUSSIONE SUI MICI > Alimentazione

Notizie

Alimentazione Domande e consigli riguardo tutto ciò che i nostri a-mici mangiano o dovrebbero mangiare

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 12-11-2016, 14:55   #41
Profilo Utente
SerenaF
Supergatto
 
L'avatar di  SerenaF
 
Utente dal: 11 2015
Paese: Torino
Regione: Piemonte
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 3,176
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Quote:
Originariamente inviato da Aletto Visualizza Messaggio
Forse intendevi se c'è relazione tra cibo industriale e malattie e crudo e salute
Sì, esatto: intendevo se c'è una relazione tra cibo cotto/industriale e malattie da una parte e cibo crudo e salute dall'altra.

Quote:
I gatti liberi e/o selvatici che si nutrono col cibo di elezione naturale non soffrono di malattie dovute all'alimentazione industriale, ne hanno altre.
Ok, ma ci sono delle ricerche su un campione sufficientemente vasto e suddiviso in fasce d'età (dai cuccioli fino a esemplari di più di 10 anni) che dimostrino che l'IRC è sconosciuta nel felis silvestris e la ragione è che mangia topi, uccellini, lucertole, insetti anziché le pappe di cui imbottiamo i nostri gatti domestici o non si è analizzato a fondo quest'aspetto perché si dà per scontato (e questo sarebbe metodologicamente scorretto) che con un'alimentazione naturale l'insufficienza renale e le altre malattie che riscontriamo nei nostri animali non possano venire?
Se ci sono- e li hai letti- studi che affrontano specificamente questo aspetto (cioé assenza di malattie dovute all'alimentazione nei gatti selvatici), mi potresti mettere il link? Te ne sarei molto grata.
SerenaF non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 12-11-2016, 14:56   #42
Profilo Utente
Mialuce
Supergatto
 
L'avatar di  Mialuce
 
Utente dal: 05 2014
Regione: Liguria
Sesso: Donna
Gatti: 3
Messaggi: 4,079
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Quote:
Originariamente inviato da Aletto Visualizza Messaggio
Forse intendevi se c'è relazione tra cibo industriale e malattie e crudo e salute
I gatti liberi e/o selvatici che si nutrono col cibo di elezione naturale non soffrono di malattie dovute all'alimentazione industriale, ne hanno altre.
Per affermare questo, però, bisognerebbe prima essere CERTI, che ci siano malattie dovute all'alimentazione industriale e non mi sembra che questa certezza ci sia, per adesso.
Forse un giorno ci sarà, su questo posso convenire.


Lizzie Tigre Morgan

Mia sul Ponte.
Mialuce non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 12-11-2016, 15:29   #43
Profilo Utente
Aletto
Supergatto
 
Utente dal: 12 2014
Paese: Roma
Regione: Lazio
Sesso: Donna
Gatti: 3
Messaggi: 7,410
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Quote:
Originariamente inviato da Mialuce Visualizza Messaggio
Per affermare questo, però, bisognerebbe prima essere CERTI, che ci siano malattie dovute all'alimentazione industriale e non mi sembra che questa certezza ci sia, per adesso.
Forse un giorno ci sarà, su questo posso convenire.
Questa rischia di essere una scia di tante altre discussioni

In effetti è sufficiente pensare alle pancreatiti da eccesso di carboidrati, all'obesità, al diabete, all'ipertiroidismo secondario da irc, intolleranze alimentari causate da additivi e appetizzanti, bisfenoli, diarree, ispessimento del piloro e conseguenti vomiti....
E' evidente che questa certezza per alcuni c'è e per altri no, e chi non ne è certo è coerente con se stesso e quindi fa bene a dare cibo industriale a vita ai propri gatti


"Quando mi trastullo con la mia gatta chissà se essa non faccia di me il proprio passatempo più di quanto io faccia con lei" Montaigne
Aletto è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 12-11-2016, 15:47   #44
Profilo Utente
Xiaowei
SuperModeratore
 
L'avatar di  Xiaowei
 
Utente dal: 10 2015
Paese: Roma
Regione: Lazio
Sesso: Donna
Gatti: 1
Messaggi: 4,343
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Dai non ci scaldiamo però io comunque intendevo proprio questo quando ho portato l'esempio del micio obeso con i croccantini, ovvio che è un caso estremo visto che su questo forum sappiamo tutti che il dare solo croccantini è altamente sconsigliato. Però Aletto in questo senso ha ampliato quello che stavo cercando di dire, visto che io non ho le conoscenze per farlo

Per le altre patologie non mi esprimo sempre per i motivi di cui sopra, però il timore di ripercussioni legate al fatto che abbiamo portato i mici a mangiare qualcosa di diverso da quello per cui sono programmati...beh, io ce l'ho Se poi le patologie dipendano solo da questo penso che nessuno possa dircelo neanche tra 1000 anni, ma una parte della responsabilità di certo il cibo industriale ce l'ha!
Xiaowei non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 12-11-2016, 15:58   #45
Profilo Utente
Dara
Gatto
 
Utente dal: 10 2007
Regione: Toscana
Sesso: Donna
Gatti: 3
Messaggi: 644
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Quote:
Originariamente inviato da Xiaowei Visualizza Messaggio
Per come avvicinarlo alla barf, l'ideale sarebbe che dessi il pasto crudo distanziato dal resto, perché crudo e cotto hanno tempi di digestione molto diversi, soprattutto rispetto al secco, che viene digerito in tantissime ore.
Ecco, visto che in questo interessantissimo thread si spacca (giustamente) il capello in quattro, qualcuno mi sa dire da dove proviene questa affermazione che ho visto ripetuta decine di volte?
Ci sono studi che evidenziano quali siano effettivamente i tempi di digestione dei vari alimenti nel gatto e quali siano gli eventuali problemi che posso insorgere se si somministrano insieme cibi che sono digeriti in tempi diversi? Immagino che le ossa, la pelle e le cartilagini delle quaglie che i miei pelosi mangiano crude siano digerite più lentamente della parte muscolosa.
La cosa mi interessa molto, dato che io da decenni alimento i miei mici sia con barf (in prevalenza) sia con cibo secco.
Dara non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 12-11-2016, 16:20   #46
Profilo Utente
SerenaF
Supergatto
 
L'avatar di  SerenaF
 
Utente dal: 11 2015
Paese: Torino
Regione: Piemonte
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 3,176
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Quote:
Originariamente inviato da Dara Visualizza Messaggio
Ecco, visto che in questo interessantissimo thread si spacca (giustamente) il capello in quattro, qualcuno mi sa dire da dove proviene questa affermazione che ho visto ripetuta decine di volte?
Ci sono studi che evidenziano quali siano effettivamente i tempi di digestione dei vari alimenti nel gatto e quali siano gli eventuali problemi che posso insorgere se si somministrano insieme cibi che sono digeriti in tempi diversi? Immagino che le ossa, la pelle e le cartilagini delle quaglie che i miei pelosi mangiano crude siano digerite più lentamente della parte muscolosa.
La cosa mi interessa molto, dato che io da decenni alimento i miei mici sia con barf (in prevalenza) sia con cibo secco.
Mi sembra ci sia uno studio sulla digeribilità di diversi tipi di dieta (cruda, cotta umida- che poi sarebbe più o meno analoga al cibo umido industriale- e secca): riguarda però, da quel che mi sembra di ricordare più la biodisponibilità dei vari nutrienti (proteine, grassi...) che non i tempi di digestione.
Lo studio sarebbe questo ad ogni modo: https://www.animalsciencepublication...icles/90/2/515

@ Xiaowei: sì, sono d'accordo con te, però, ecco, non mi sembra che una bustina di Catz sia così innaturale, a parte il fatto che molti degli ingredienti che vi si trovano difficilmente verrebbero mai mangiati dai gatti in natura (alludo al manzo, all'agnello, al canguro, al tonno...). L'unica alternativa sarebbe comprare i topi su Rapax (che sono sempre topi di allevamento, però con tutti i legittimi dubbi riguardo all'eventuale uso di ormoni, antibiotici, ecc...) o cacciargli personalmente le lucertole (penso che avrei persino meno chances di quelle due sfaticate e/o imbranate delle befane); per il resto, in attesa di prove conclusive che ricolleghino l'aumento delle malattie di cui stiamo parlando all'alimentazione industriale- di qualunque tipo e con qualunque prodotto da Whiskas e Kitekat a Terra Faelis- ed essendo una fanatica del bilanciamento continuerò ad alimentare i miei gatti con le pappe di Zooplus, sperando di non combinare troppi danni e di non mettere a repentaglio la loro salute (insomma ognuno di noi legge, si informa, discute e poi trae le proprie conclusioni e cerca di fare il meglio o il meno peggio).
SerenaF non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 12-11-2016, 16:23   #47
Profilo Utente
alimiao
Moderatore
 
Utente dal: 01 2015
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 2,586
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Scusate se passo dai massimi sistemi ad un esempio concreto.. allora, io ho due gatti, uno l'ho passato a BARF per curare una dermatite atopica dovuta ad allergia al cibo industriale, l'altra fa la dieta di umido completo. Per un breve periodo era passata anche lei a BARF, ma poi per ripetuti episodi di vomito l'ho ripassata all'industriale, e i vomitini sono spariti. Confesso che non mi sono fatta tanti problemi a riportarla sul cibo industriale, ANCHE per comodità mia.
Per alimentarla, ho scelto quella che ritengo una delle migliori marche di umido completo sul mercato: CatzFinefood purr. Una marca che dichiara tutto quello che c'è in scatoletta, perfino la percentuale di acqua, le percentuali delle varie frattaglie ecc. L'azienda dichiara che la carne è a consumo umano, priva di conservanti, non proviene da carne trita di scarto, ecc. E' vero, non sono sfilaccetti e non si capisce che cosa effettivamente ci sia dentro, quindi bisogna andare sulla fiducia. Ma la stessa cosa vale per le marche consigliate da Bettio tipo DRN o Unipro o Dalla Grana (che costano pure di più). Fra l'altro, io le poche volte che ho provato DRN o Dalla grana mi sono andati in diarrea i gatti (ma quello non vuol dire, ognuno ha le sue sensibilità). Una cosa che ho notato è che le marche che consiglia Bettio sono perlopiù 1. italiane 2. reperibili al petshop. Allora mi chiedo il perchè di questa scelta, quando la maggior parte di noi "poveri calimeri", dopo anni a studiare le etichette delle scatolette, si è praticamente abbonata a zooplus ritenendo di fare il bene dei propri mici. Per caso Bettio (e lo dico senza nessuna intenzione polemica) ha delle informazioni per cui ritiene di potersi fidare di più delle marche italiane rispetto a quelle tedesche? E' vero, lui non ha detto esplicitamente "Catz finefood fa schifo" ma quando ti consiglia Dalla Grana scrivendotelo su un foglio mentre se gli chiedi come sono le marche di zooplus ti risponde "mhh, leggi bene gli ingredienti", a me pare che un giudizio lui lo stia esprimendo.

Insomma, a me piacerebbe sapere: 1. se davvero CatzFinefood purr (per fare un esempio) è peggio di Dalla Grana (che costa il doppio) 2. se dare ad un gatto un cibo umido come CatzFinefood purr, che dichiara solo carne e frattaglie cotte nel loro brodo, con carne a destinazione umana, è deleterio per la salute del gatto, cioè, in concreto, quanto è alto il rischio che con questa alimentazione e per colpa di questa alimentazione insorgano malattie che accorciano significativamente la vita del gatto?

Ovviamente scrivo questo per sapere la vostra opinione ma queste domande dovrei rivolgerle in primis a lui.. non l'ho fatto in passato perchè il gatto visitato era quello allergico, non sua sorella. Non escludo però di riprovare nel futuro a passare anche lei a BARF, nel qual caso la porterò da Bettio se ci sarà ancora il problema del vomito.

PS: e comunque anche lui non è così talebano, dipende forse anche da come gli si pone davanti il proprietario e dalla situazione.. ad es l'ultima volta che sono andata, lui era visibilmente stanco (seminari, figlio piccolo ecc) e io gli butto lì "sa, il gatto è molto migliorato, ma sua sorella ho provato a metterla a BARF ma vomitava continuamente allora per ora mangia solo umido completo monoproteico -(*così è più felice lei e sono più felice io che devo sbattermi di meno*).. Sua risposta: ah sì va bene allora.
alimiao non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 12-11-2016, 16:34   #48
Profilo Utente
SerenaF
Supergatto
 
L'avatar di  SerenaF
 
Utente dal: 11 2015
Paese: Torino
Regione: Piemonte
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 3,176
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Se ci sia qualcosa di oscuro in Catz piacerebbe molto saperlo anche a me (tra l'altro qualcuno che parla il tedesco, ha mica voglia di leggersi il famoso "Katze wurde Mause kaufen"= I gatti comprerebbero i topi e farne un riassunto?); per alcuni dei marchi suggeriti da Bettio e volendo essere non cattivi, di più, Farmina e Canagan (o meglio il distributore italiano di Canagan) hanno sponsorizzato un convegno a cui lui ha partecipato come relatore, anzi pare che sponsorizzino tutti gli eventi organizzati dalla Società Italiana di Omeopatia Veterinaria di cui lui è (o è stato) presidente.
Si tratterà di riconoscenza?


DRN e Dalla Grana vengono schifati senza appello dalle befane.
SerenaF non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 12-11-2016, 16:57   #49
Profilo Utente
Xiaowei
SuperModeratore
 
L'avatar di  Xiaowei
 
Utente dal: 10 2015
Paese: Roma
Regione: Lazio
Sesso: Donna
Gatti: 1
Messaggi: 4,343
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Quote:
Originariamente inviato da SerenaF Visualizza Messaggio

@ Xiaowei: sì, sono d'accordo con te, però, ecco, non mi sembra che una bustina di Catz sia così innaturale, a parte il fatto che molti degli ingredienti che vi si trovano difficilmente verrebbero mai mangiati dai gatti in natura (alludo al manzo, all'agnello, al canguro, al tonno...). L'unica alternativa sarebbe comprare i topi su Rapax (che sono sempre topi di allevamento, però con tutti i legittimi dubbi riguardo all'eventuale uso di ormoni, antibiotici, ecc...) o cacciargli personalmente le lucertole (penso che avrei persino meno chances di quelle due sfaticate e/o imbranate delle befane); per il resto, in attesa di prove conclusive che ricolleghino l'aumento delle malattie di cui stiamo parlando all'alimentazione industriale- di qualunque tipo e con qualunque prodotto da Whiskas e Kitekat a Terra Faelis- ed essendo una fanatica del bilanciamento continuerò ad alimentare i miei gatti con le pappe di Zooplus, sperando di non combinare troppi danni e di non mettere a repentaglio la loro salute (insomma ognuno di noi legge, si informa, discute e poi trae le proprie conclusioni e cerca di fare il meglio o il meno peggio).
Ma certo io comunque mi riferivo nello specifico ai danni provocati dai cereali/carboidrati in abbondanza, per questo l'avevo specificato all'inizio di quanto ho scritto Idem per le troppe fibre che in natura non mangerebbero (qui parlo per esperienza personale, Yuna ai tempi che furono si beccò una bella colite per averle dato per troppo tempo i croccantini Hairball - la vet me li consigliò A VITA!!!!)

Quello che mi lascia perplessa in senso buono (e che quindi mi fa riflettere) è che per quanto l'umido possa avere tutti i suoi buoni ingredienti, alla fine della fiera il micio se mangia carne cruda (non dico il topo eh ):

- si sazia prima
- fa feci che puzzano meno e di dimensioni più "umane"

Questo mi ha sempre fatto pensare e l'ho visto con i miei occhi ripeto, non ho le conoscenze scientifiche per dimostrare quanto detto, però credo di capire quando nei vari studi/libri sulla BARF/crudo ragionato si dice che il gatto ricava di più dal cibo crudo. Per questo le feci (scarto) sono meno...da qualche parte insomma c'è "l'inghippo", se loro digeriscono meglio qualcosa che è più vicino alle loro prede. In questo caso parlo non degli ingredienti del cibo industriale, ma proprio della differenza tra crudo/cotto

Ripeto che non sto cercando di dimostrare niente, è un'idea che mi sono fatta informandomi e sperimentando in prima persona in tutto questo tempo

P.s. ho in programma lo studio del tedesco quindi non escludo nulla

P.p.s. qui feci abbastanza improbabili con DRN e DallaGrana, penso proprio per via di additivi/gelificanti...

Ultima Modifica di Xiaowei; 12-11-2016 at 17:00.
Xiaowei non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 12-11-2016, 20:04   #50
Profilo Utente
Mialuce
Supergatto
 
L'avatar di  Mialuce
 
Utente dal: 05 2014
Regione: Liguria
Sesso: Donna
Gatti: 3
Messaggi: 4,079
Predefinito Re: commenti, dubbi, domande, in merito all'approccio del nutrizionista dott. Bettio

Quote:
Originariamente inviato da Aletto Visualizza Messaggio
Questa rischia di essere una scia di tante altre discussioni

In effetti è sufficiente pensare alle pancreatiti da eccesso di carboidrati, all'obesità, al diabete, all'ipertiroidismo secondario da irc, intolleranze alimentari causate da additivi e appetizzanti, bisfenoli, diarree, ispessimento del piloro e conseguenti vomiti....
E' evidente che questa certezza per alcuni c'è e per altri no, e chi non ne è certo è coerente con se stesso e quindi fa bene a dare cibo industriale a vita ai propri gatti
A parte le intolleranze alimentari, però, è tutto da provare che tutte le patologie che citi siano dovute all'alimentazione industriale. Ci sono alcuni studi che dicono sia così e altri, molti di più direi, non le attribuiscono a questa causa.
Non mi sembra che ancora la disciplina veterinaria sia arrivata a stabilire che la salute dei gatti sia così gravemente minata dall'alimentazione industriale. Fino a quel momento, io, che non sono un veterinario, certezze non è ho, dal momento che prove non ne ho e sarebbe sostanzialmente un atto di fede verso i pochi che sostengono questo. E questo per me vale per l'alimentazione dei gatti come per tutte le cure alternative che vengono fuori, anche in medicina umana e che spesso sono solenni castronerie. Ma questo riguarda un atteggiamento personale nei confronti delle informazioni che non è oggetto di discussione.

Quindi, certezze non ne ho nel modo più assoluto. Ci sono cose che mi sembrano più plausibili, ad esempio la faccenda dei carboidrati, infatti sono passata al grain free sia per i cani che per i gatti, ma anche qui senza certezze e non me la sentirei di dire a qualcuno "ah, ma è provato al 100% che i carboidrati fanno male", perché non mi risulta che sia vero. Che i gatti pre domesticazione non li mangiassero può essere un buon argomento, ma non dà la certezza.
L'unica cosa che so è che 50 anni fa, quando ero piccola, i gatti mangiavano anche pasta, avanzi e latte, poi tutto ciò è stato demonizzato e si è passati all'industriale che era la loro salvezza, ora siamo arrivati a demonizzare l'industriale e la salvezza è la barf. Può essere vero, come no, aspetto di vedere.
Tanto i miei la cane cruda non al considerano nemmeno di striscio.
Detto questo, lascio la discussione perché m'ero ripromessa di non partecipare mai più a discussioni sull'alimentazione, stavolta c'entrava l'IRC e m'ha fregato .
Ah, un ultima cosa, probabilmente su tutto ciò pesa anche il fatto che in ormai 25 anni di gatti non ho mai avuto casi di intolleranze alimentari, diarree, vomiti strani, feci enormi ecc . E' anche vero che non sono mai passata per le marche da supermercato, perché quando sono passata all'industriale dal casalingo nei super nemmeno lo vendevano il cibo per animali.


Lizzie Tigre Morgan

Mia sul Ponte.

Ultima Modifica di Mialuce; 12-11-2016 at 20:07.
Mialuce non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu Non puoi postare nuovi threads
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 14:48.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright, Privacy e Note Legali : Micimiao.net - Micimiao.it - Micimiao.com Copyright ©2000 - 2020.
Tutti i contenuti presenti all'interno di questo sito sono proprietà di micimiao e sono protetti da copyright. .
E' pertanto severamente vietato copiare anche solo parzialmente i contenuti di questo sito senza aver ottenuto il consenso esplicito.
Creato, aggiornato e gestito da webmaster Tamara