Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili
Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili e amici degli animali
Aiuta anche tu Micimiao clicca qui

Home Micimiao Forum Regolamento FAQ Calendario
Vai Indietro   Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili > MICIMIAO FORUM DI DISCUSSIONE SUI MICI > Alimentazione

Notizie

Alimentazione Domande e consigli riguardo tutto ciò che i nostri a-mici mangiano o dovrebbero mangiare

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 09-03-2011, 08:12   #111
Profilo Utente
cibergatta
Supergatto
 
L'avatar di  cibergatta
 
Utente dal: 08 2008
Regione: Sardegna
Sesso: Donna
Gatti: 9
Messaggi: 3,635
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

Ciao Riba! Se vuoi una mano per qualche domanda, visto che hai già fatto tantissimo, ti posso aiutare... Potrei fare quella sul secco e magari poi tu correggi e integri. Che ne dici?


Teo e Sofia ....
Fiocco, Play, Maya, Molly, Tommy, Ninny, Filiby, Panterina e Piumy-NelRomeo, Giulietto, Sissy, Nerina,Tigratina, Filippo, Mao, Tigrito, Silver
cibergatta non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 09-03-2011, 08:31   #112
Profilo Utente
delice
Supergatto
 
L'avatar di  delice
 
Utente dal: 02 2009
Regione: Emilia Romagna
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 12,267
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

praticamente dovremmo essere a posto quindi?.... le rimanenti sono tutte prenotate



Deb, Oscar e Roxana
delice non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 09-03-2011, 17:35   #113
Profilo Utente
ribaltata
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

Quote:
Originariamente inviato da cibergatta Visualizza Messaggio
Ciao Riba! Se vuoi una mano per qualche domanda, visto che hai già fatto tantissimo, ti posso aiutare... Potrei fare quella sul secco e magari poi tu correggi e integri. Che ne dici?
Grazie!
Se hai tempo mi fai un favore!

Se poi qualcuno volesse fare quelle per cui si era prenotata Ludovica (mi pare che si fosse offerta volontaria Kasss, ma anche tu Ciber se hai tempo sicuramente sei in grado: magari mettiti d'accordo con Kasssandra), faccia pure...
Ludo non si legge da una vita, è più assente di me, il che è tutto dire
Quindi non penso si offenda!
Casomai glielo scrivo, ma andate tranquille!
  Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 09-03-2011, 21:04   #114
Profilo Utente
kasssandra
Supergatto
 
Utente dal: 06 2010
Regione: Sardegna
Sesso: Donna
Gatti: 10
Messaggi: 3,565
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

per me va bene, le avevo scritto in privato ma non si connette da un po' preparo la bozza e ve la posto così chi vuole fa le correzioni!
kasssandra non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 12-03-2011, 14:53   #115
Profilo Utente
cibergatta
Supergatto
 
L'avatar di  cibergatta
 
Utente dal: 08 2008
Regione: Sardegna
Sesso: Donna
Gatti: 9
Messaggi: 3,635
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

Quali devono essere le caratteristiche di un buon cibo secco?
(bozza da rivedere e correggere)

Prima di addentrarci nelle caratteristiche ideali di un cibo secco, facciamo alcune premesse.

- L'alimentazione secca esclusiva, come principio generale, non può rappresentare l'alimentazione ideale di un gatto che in natura si ciba di piccole prede intere che contengono, oltre a carne di muscolo, interiora, grassi ed ossa, anche un certo quantitativo di acqua, fondamentale per il processo digestivo e per un corretto funzionamento dell'apparato renale, poichè il gatto è un animale di origine desertica “programmato” per assumere preferenzialmente l’acqua con il cibo piuttosto che da sola; pertanto sarebbe sempre opportuno associare al cibo secco una certa quota di cibo umido.

- I crocchi, per esigenze del processo di lavorazione, devono contenere una sostanza che funga da "legante" o "collante" dei vari componenti e che consenta di ottenere la "crocca" vera e propria per cui non esistono alimenti secchi a base di sola carne. Questo collante nei crocchi tradizionali è costituito da cereali, invece in quelli di ultima generazione, i così detti grain free (senza cerali) i cereali sono stati sostituiti da patate o amidi. Dal punto di vista nutrizionale sia i cereali che le patate, per un carnivoro quale è il gatto, sono sostanze del tutto inutili e difficili da digerire poichè esso non possiede, a differenza degli onnivori, gli enzimi specifici per metabolizzarli.

- Gli elementi che abbiamo a disposizione per giudicare un alimento secco sono innanzi tutto la composizione in etichetta (ingredienti) e i tenori analitici.
Dobbiamo ricordare che l'ordine degli ingredienti non è casuale ma essi sono sempre disposti in ordine decrescente, infatti le prime 3-4 voci sono quelle maggiormente rappresentate e, di fatto, le più importanti. A tale proposito dobbiamo sottolineare che talvolta, per "camuffare" un certo quantitativo di un certo elemento, ad esempio di cereali, li si suddivide in più voci: glutine di mais, frumento, riso, avena, orzo, sottoprodotti di origine vegetale, estratti proteici di patata, etc etc. Con questo stratagemma si riesce a lasciare in etichetta la carne al primo posto anche se complessivamente ce n’è poca, e invece i cereali che sono l'elemento più rappresentato, passano in secondo piano. Allo stesso modo, un prodotto che presenta al primo posto un cereale, non è detto che contenga realmente poca carne, perchè questa potrebbe essere suddivisa in più voci.

- Nessun marchio o casa produttrice, possiede la ricetta magica per cui il cibo secco "ideale" (lo stesso vale per il cibo umido) non esiste e nell'alimentazione di un gatto bisognerebbe, con le corrette tempistiche e le corrette modalità, variare periodicamente, in modo da evitare eccessi e/o carenze di determinate sostanze ed elementi.

Veniamo ora alle caratteristiche ideali di un cibo secco.
Prendiamo prima in esame l’ etichetta:

Visto che stiamo parlando di un alimento destinato a nutrire un carnivoro obbligato, la prima cosa che dobbiamo andare a vedere nell'etichetta di un cibo secco, è il quantitativo e la qualità di carne contenuta. La carne infatti dovrebbe essere sempre il componente principale, anche se spesso non è così.
Dobbiamo innanzi tutto vedere sotto quale forma si trova la carne: preferire gli alimenti che contengono carne disidratata o farine di carne a quelli che contengono carne fresca, perchè dobbiamo tenere conto che nel processo di lavorazione, questa viene disidratata (in media la carne contiene l'80% di acqua) per cui se per esempio partiamo da un alimento che contiene il 40% di carne fresca all'origine, questa per forza di cose si ridurrà al solo 8-10% nel prodotto finito; o comunque meglio scegliere un prodotto in cui vi sia carne fresca ma anche una adeguata quota di carne disidratata o farina di carne. ad esempio
Inoltre, è diverso parlare di"farina di pollo" piuttosto che di "farina di carne di pollo" ; nel primo caso il prodotto potrebbe contenere anche molte ossa, derivati, scarti di lavorazione e quindi potrebbe avere un potere nutrizionale non molto elevato. In caso di dubbio, sempre meglio andare a leggere l'etichetta originale del prodotto perchè ci potrebbero essere anche delle inesattezze dovute alla traduzione, oppure chiedere informazioni al produttore. Dobbiamo considerare, che alcune ditte produttrici di crocchi, acquistano le farine animali già pronte per cui spesso è difficile capire che cosa veramente ci sia dentro…. Naturalmente questo spesso è sinonimo di qualità non molto elevata.
Infine cercare di preferire gli alimenti certificati che contengono carni biologiche, non provenienti da allevamenti intensivi, "hormon free" (carni provenienti da animali allevati senza ormoni) e "human grade" (carni e sottoprodotti destinati al consumo alimentare umano e lavorati in stabilimenti che producono alimenti destinati all'uomo).

E' inoltre buona norma scegliere prodotti privi di idrolizzati proteici (proteine per così dire "digerite" in laboratorio) non perchè essi siano particolarmente dannosi, ma perchè spesso vengono utilizzati come appetizzanti. Un buon cibo deve attrarre l'animale per la sua composizione e il suo sapore naturale, non per gli appetizzanti che vengono utilizzati.

Ma quanta carne deve contenere un prodotto che si rispetti?
Un buon prodotto dovrebbe contenere almeno il 38-40% di carne disidratata o farina di carne.
Spesso purtroppo non viene indicato in etichetta; in questo caso ci possiamo comunque orientare andando a controllare i tenori analitici: la quota di proteine contenute rispecchia a grandi linee il contenuto di carne, a patto che non ci siano altri componenti proteici aggiunti ad hoc (come i glutini di cereali o estratti proteici di varia origine, idrolisati di proteine etc) per incrementare la quota proteica che altrimenti sarebbe troppo bassa; questo naturalmente è indice di uno scarso contenuto di carne.

Un'altro elemento utile, quando si conosce, è il tipo di processo di lavorazione che viene utilizzato: recentemente alcune ditte specificano il tipo di cottura a cui viene sottoposta la materia prima: le cotture a basse temperature, oppure a vapore, consentono di conservare meglio le vitamine e i microelementi contenuti nella carne rispetto alle cotture ad alte temperature, per cui spesso necessitano anche di minori integrazioni sintetiche.

L'altro costituente fondamentale di un alimento destinato ai carnivori, è rappresentato dai grassi, fondamentali per mantenere un pelo folto e una pelle sana, oltre che per assicurare una certa quota di energia pronta all'animale.
Non bisogna scegliere erroneamente alimenti a basso contenuto di grassi perchè si ha paura che il proprio gatto ingrassi poichè i grassi rappresentano, in ordine di importanza (dopo le proteine), la seconda fonte nutrizionale e sono fondamentali per un corretto sviluppo e mantenimento, mentre spesso sono proprio i carboidrati, difficili da digerire, a causare picchi glicemici, responsabili del sovrappeso. Se si vuole mettere a dieta il proprio animale, meglio ridurre le quantità complessive dell'alimento, mantenemdo le giuste proporzioni fra i vari costituenti.
Meglio preferire prodotti che contengono grassi di origine animale (pollo, tacchino, salmone etc) piuttosto che prodotti che contengono oli di natura vegetale, che risultano meno digeribili e forniscono all'animale una quota energetica inferiore poichè non vengono metabolizzati completamente. Inoltre è importante che i grassi siano conservati naturalmente con miscele di tocoferoli o altri prodotti naturali come il rosmarino, etc, etc.

Se scegliamo un prodotto tradizionale andiamo sempre a vedere quali cereali, in quale forma e (possibilmente) in quale quantità sono contenuti.
Meglio preferire i cereali interi. Meglio il riso del grano, del frumento e del mais, perchè risulta più digeribile. Preferire i prodotti che contengono pochi cereali o meglio un solo cereale perchè comunque risultano più digeribili. Cercare di evitare i prodotti che contengono grosse quantità di glutini che sono la parte più inutile e più dannosa per un carnivoro. Come abbiamo già detto, vengono aggiunti per "innalzare" la quota proteica di un alimento che è di per sè povero di proteine animali. Le proteine vegetali vengono metabolizzate dal gatto con più difficoltà, non rappresentano una adeguata fonte energetica nè dì nutrienti essenziali (ad esempio non contengono taurina) e producono più scorie rispetto alle proteine animali, causando, nel lungo periodo, danni o sovraccarico del sistema emuntore renale. Preferire prodotti che certificano la provenienza dei cereali, meglio se di origine biologica, anche per il rischio di contaminazione da parte di micotossine.
Se invece si tratta di un grain free al posto dei cereali dobbiamo valutare la presenza di vegetali alternativi, in genere rappresentati da patate, ma talvolta anche piselli e carote. Anche in questo caso un prodotto che presenta come costituente fondamentale le patate (o i piselli o le carote) non è nutrizionalmente adatto ad un carnivoro, che non possiede gli enzimi per metabolizzare correttamente gli amidi; a quel punto passare ad un grain free mantenedo la stessa quota di elementi di origine vegetale (a meno che non siano presenti intolleranze) ha poco senso, tanto più che ancora non conosciamo gli effetti al "lungo termine" di tali alimenti che sono stati introdotti relativamente da poco. Diffidare dai prodotti che presentano tra i primi ingredienti "estratti proteici di patata" o "proteine della patata" per lo stesso discorso che abbiamo fatto per i glutini.

La presenza di probiotici che sono microrganismi vivi e vitali che conferiscono benefici alla salute dell’ospite quando consumati in adeguate quantità, e di prebiotici, sostanze di origine alimentare non digeribile che, se somministrate in quantità adeguate, portano beneficio grazie alla promozione selettiva della crescita e/o dell’attività di uno o più batteri già presenti nel tratto intestinale o assunti contestualmente al prebiotico (ad esempio, sono prebiotici i FOS, frutto oligo-saccaridi, e l'inulina, i mannani, detti anche MOS) che sempre più spesso leggiamo in etichetta soprattutto dei prodotti più recenti, rappresentano un elemento positivo che può contribuire a migliaorare la funzionalità intestinale del nostro gatto, anche se non si tratta di costituenti necessari.

Recentemente si è diffusa la moda di inserire nella ricetta di un alimento secco tutta una serie di microelementi, spesso di origine vegetale, aromi ed erbette che rendono la ricetta molto complessa a discapito della digeribilità e della tollerabilità intestinale che può essere molto soggettiva. Quindi, in linea di massima, preferire le "ricette semplici" e le etichette "trasparenti" possibilmente con percentuali degli ingredienti dichiarate.


Tenori analitici
I tenori analitici rappresentano la composizione chimica del nostro alimento e devono essere sempre riportati in etichetta. Sono rappresentati da:
UMIDITA’
PROTEINA GREGGIA
GRASSI GREGGI
FIBRA GREGGIA
CENERI GREGGE
Generalmente la percentuale di CARBOIDRATI non viene eslicitamente riportata, ma è facilmente calcolabile: carboidrati= 100% - (% proteine +%grassi +% fibre +% umidità +% ceneri).


Per PROTEINA GREGGIA si intende la quantità di proteina presente nell’alimento; in realtà la metodica analitica ufficiale di riferimento che viene utilizzata per calcolare questa percentuale, si basa sulla stima del contenuto in azoto; tale dato, moltiplicato per un coefficiente (6,25), ci fornisce la stima del contenuto in proteina greggia di un alimento; quindi la percentuale di proteine non sempre è indicativa della presenza nell’alimento di proteina “vera” (altre sostanze azotate, glutini, estratti proteici, etc).
La quota proteica di origine animale, secondo La FEDIAF e le più recenti linee guida (2008), dovrebbe essere intorno al 25% sulla sostanza secca per gli adulti e tra il 28-30% per i gattini o le gatte in gravidanza/allattamento. Se andiamo a vedere la etichette dei grain free la percentuale di proteine in realtà è molto superiore a quella consigliata; dobbiamo tenere conto che queste linee guida sono state stilate quando ancora in grain free erano poco conosciuti e ci si riferiva preferenzialmente ai prodotti tradizionali (credo sia stato ritoccato solo il rapporto Ca/P e le percentuali assolute di minerali proprio per i grain free, ma va verificato!).

I GRASSI GREGGI, a differenza delle proteine, vengono calcolati direttamente, per cui si tratta di un elemento più affidabile. Rappresentano la somma sia dei grassi animali che di quelli vegetali utilizzati nell’alimento. La percentuale ideale di grassi per un gatto è intorno al 9% sulla sostanza secca.


Le CENERI GREGGE rappresentano il contenuto totale in sostanze inorganiche (minerali) che si ottengono dopo completo incenerimento della sostanza organica.Un elevato contenuto in ceneri non sempre è sinonimo di maggiore integrazione minerale della formula quanto piuttosto di un maggiore utilizzo di sottoprodotti della macellazione (ossa, connettivo, piume, etc.), materiale molto scadente da un punto di vista nutrizionale ma molto ricco di residuo inorganico. Poichè per la produzione di mangimi animali viene utilizzata anche dalle migliori marche carne di muscolo ma anche una certa quota di sottoprodotti, all'aumentare del contenuto complessivo di carne aumentano anche le ceneri; questo risulta piuttosto evidente nei crocchi grain free, che generalmente contengono un maggiore quantitativo di carne rispetto ai crocchi tradizionali.
Sarebbe comunque buona norma scegliere dei secchi con un contenuto di ceneri non superiore al 7% (compresi i grai free) sempre a patto che una buona quota di alimentazione dell'animale sia a base di cibo umido. Altrimenti meglio non superare il 6% (bisognerebbe cercare la fonte ufficiale, perché mi ricordo i valori, ma non da dove li avevo presi!)

Il parametro CELLULOSA GREGGIA fa riferimento alla quantità di materiale indigeribile; infatti il gatto, così come tutti i monogastrici, non è in grado di digerire la fibra cioè il materiale che costituisce la parete della cellula vegetale; la fibra comunque riveste un ruolo importante nella nutrizione del gatto in quanto rappresenta un ottimo substrato per le fermentazioni operate dai microrganismi che abitano il canale digerente, oltre che essere un utilie fattore antistipsi. Le fonti di fibra presenti nella formula degli alimenti per cani vanno dai sottoprodotti della macinazione dei cereali (crusca), ai sottoprodotti dell’industria dello zucchero (polpe di barbabietola) fino ai fruttani (FOS, inulina) ed ai mannani (MOS) che, come abbiamo già detto, svolgono anche una funzione di modulazione sull’attività fermentativa del digerente (prebiotici). Generalmente il contenuto di fibre non dovrebbe superare il 3-3,5% sulla sostanza secca.

Un altro parametro fondamentale per valutare un cibo secco è il rapporto calcio/fosforo oltre che la percentuale assoluta di calcio e di fosforo. Secondo le linee guida FEDIAF il rapporto clacio/fosforo per un gatto adulto dovrebbe essere compreso fra 0,65-2% per un gattino e gatta in allattamento tra 0,65-1,5%, mentre le linee guida AAFCO parlano di 0,9-1,5%. Per quanto riguarda i valori assoluti, invece il calcio dovrebbe essere massimo 1,48% nella sostanza secca per l’adulto e 2,5% per il gattino, mentre il fosforo dovrebbe essere massimo 1,25% per l’adulto e 2,1% per il gattino.


Teo e Sofia ....
Fiocco, Play, Maya, Molly, Tommy, Ninny, Filiby, Panterina e Piumy-NelRomeo, Giulietto, Sissy, Nerina,Tigratina, Filippo, Mao, Tigrito, Silver
cibergatta non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 13-03-2011, 10:47   #116
Profilo Utente
kiwi&mirtillo
Supergatto
 
L'avatar di  kiwi&mirtillo
 
Utente dal: 07 2010
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 3
Messaggi: 7,612
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

Quote:
Originariamente inviato da cibergatta Visualizza Messaggio
Le fonti di fibra presenti nella formula degli alimenti per cani
Ottimo Ciber!! Grazie, molto utile e chiaro!!

Ti segnalo solo un "lapsus" nella riga sopra...
cani al posto di gatti


**************************
Simona con Kiwi, Nocciola e Mirtillo
kiwi&mirtillo non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 13-03-2011, 11:08   #117
Profilo Utente
cibergatta
Supergatto
 
L'avatar di  cibergatta
 
Utente dal: 08 2008
Regione: Sardegna
Sesso: Donna
Gatti: 9
Messaggi: 3,635
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

ops.... chissà perchè mi è venuto in mente cani.....


Teo e Sofia ....
Fiocco, Play, Maya, Molly, Tommy, Ninny, Filiby, Panterina e Piumy-NelRomeo, Giulietto, Sissy, Nerina,Tigratina, Filippo, Mao, Tigrito, Silver
cibergatta non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 13-03-2011, 11:10   #118
Profilo Utente
ribaltata
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

Ottimo lavoro ciber!
Grazie mille!
Forse scorporerei in due la domanda/risposta, facendone una apposita per i tenori analitici.
Intanto copio nel file generale!
Grazie!

Lista aggiornata:

* Cos'è la dieta Barf? Ludo/Kasss
* Cosa sono e come si usano gli integratori per la dieta casalinga? Ludo
* Quali devono essere le caratteristiche di un buon cibo umido? Riba
* Il cibo secco aiuta a tener puliti i denti? Blacklily
* E' opportuno aggiungere alla dieta integratori come lievito di birra, paste vitaminiche, paste di malto, erba gatta ecc.? Piovra91
* Come si gestiscono le possibili intolleranze alimentari? (Mirjam??? hai voglia di scrivere qualcosa?)
* Qualche consiglio per l'introduzione (o la variazione) del cibo umido nella dieta
* L'acqua: rubinetto o bottiglia? fontanella o ciotola giornaliera? (Pupa, hai voglia di fare un riassuntino semplice di quello che hai scritto nel post che ho indicato?)
  Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 13-03-2011, 13:42   #119
Profilo Utente
kasssandra
Supergatto
 
Utente dal: 06 2010
Regione: Sardegna
Sesso: Donna
Gatti: 10
Messaggi: 3,565
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

faccio entrambe le prime due! giuro che a brevissimo le posto! solo una cosa, nella seconda domanda posso fare i nomi degli integratori? senò il discorso è troppo astratto..
kasssandra non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 13-03-2011, 19:39   #120
Profilo Utente
kiwi&mirtillo
Supergatto
 
L'avatar di  kiwi&mirtillo
 
Utente dal: 07 2010
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 3
Messaggi: 7,612
Predefinito Re: thread di lavoro per le Faq (potete aiutare tutti!)

mando pm a Mirjam e Pupa... le ho citate... senza consultarle


**************************
Simona con Kiwi, Nocciola e Mirtillo
kiwi&mirtillo non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu Non puoi postare nuovi threads
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 04:22.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright, Privacy e Note Legali : Micimiao.net - Micimiao.it - Micimiao.com Copyright ©2000 - 2020.
Tutti i contenuti presenti all'interno di questo sito sono proprietà di micimiao e sono protetti da copyright. .
E' pertanto severamente vietato copiare anche solo parzialmente i contenuti di questo sito senza aver ottenuto il consenso esplicito.
Creato, aggiornato e gestito da webmaster Tamara