Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili
Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili e amici degli animali
Aiuta anche tu Micimiao clicca qui

Home Micimiao Forum Regolamento FAQ Calendario
Vai Indietro   Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili > MICIMIAO FORUM DI DISCUSSIONE SUI MICI > Malattie dei gatti: Richieste di aiuto e consigli

Notizie

Malattie dei gatti: Richieste di aiuto e consigli In questa sezione potrete chiedere consigli e scambiarvi pareri sulle principali malattie feline che colpiscono i mici, ricordandovi che il forum NON sostituisce in nessun caso l'intervento del veterinario

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 25-05-2020, 09:59   #1
Profilo Utente
Alfo1988
Cucciolino
 
Utente dal: 03 2020
Messaggi: 24
Predefinito Diagnosi di Felv

Ciao a tutti.
Finalmente ce l' ho fatta, e il 27 aprile scorso è arrivato a casa Fiocco, cucciolino British Shorthair. Devo ammetterlo, per anni mi sono fatto paranoie totalmente inutili, a casa siamo tutti LETTERALMENTE impazziti per lui, che è un amore e ha portato una ventata di allegria generale. ❤️
Tuttavia, oggi vi scrivo in quanto , a praticamente un mese dall'arrivo del gatto in casa, qualche priblemuccio c'è stato e avrei bisogno di chiedervi un parere/consiglio riguardo a una diagnosi di felv che è stata fatta al mio piccolo ormai qualche settimana fa che poi (parrebbe) smentita dagli esami fatti fare dall'allevatrice dalla quale ho preso il micio.
Sostanzialmente succede questo. Fiocco arriva a casa a fine aprile. É un micio molto vivace, mangia, fa i suoi bisognini tranquillamente, è molto vispo, si relazione bene con tutti noi che siamo la sua nuova famiglia.
Premessa: con documenti alla mano, mamma negativa fiv e felv.
Papà negativo fiv, felv e nefropatia policistica.
Vero anche, tuttavia (e lo devo ammettere), il micio era vaccinato alla trivalente ma senza il richiamo che poi ho fatto io settimana scorsa.
Il gatto quindi è tranquillo e sereno, fino a che...una sera....a circa dieci giorni dall'arrivo a casa nostra... Ha un episodio un po' strano. Mi sembra letargico. Non risponde ai giochi. Se mi avvicinavo per accarezzarlo miagolava e si girava di spalle, come se avesse male.
Preoccupatissimo, in piena sera tarda, lo porto in clinica veterinaria.
Gli fanno una prima visita. Mi dicono che ha qualche linea di febbre (39.2) e che ha un po' di aria nel pancino.
Ci dimettono dopo una punturina di non so cosa (forse Buscopan) per alleviare i dolori.
Torniamo a casa, ma la situazione non cambia. Anzi, lo vedo molto giù, continua ad essere letargico e noto che mentre dorme il respiro è molto accelerato.
Preoccupatissimo, mi scaravento nuovamente in clinica dove me lo ricoverano.
Nella notte fanno un antibiotico. Giorno dopo mi dicono che il micio torna vispo, tranquillo, che fa i suoi bisognini tranquillamente ma che la febbre c'è ancora.
Mi chiedono di lasciarlo in clinica sotto osservazione e nel frattempo gli fanno esami feci.
Mi dicono di aver trovato vermetti nel pancino (cosa strana, poiché da libretto dato dall'allevamento la sverminazione era stata fatta regolarmente datata giorno 30/03 con drontal).
Mi chiedono di testare il micino per fiv/felv e acconsento.
Risultato ??... Felv positivo.
Chiamo immediatamente l'allevamento che mi dice che la cosa è impossibile, perché loro i gatti li danno sempre via controllati e tutto e che quindi una cosa del genere era impossibile.
L'allevamento mi chiede allora di lasciare il numero della clinica per capirci meglio.
Lascio il numero.
Poco dopo l allevamento mi richiama, dicendomi di aver parlato con la clinica e dicendomi di tranquillizzarmi perché il test fatto dalla clinica (uno di quelli rapidi ambulatoriali) nei cuccioli sotto i 6/7 mesi non è attendibile.
Decidiamo di farlo testare tramite il veterinario sul quale si appoggia l'allevamento, tramite prelievo di sangue e invio del campione di sangue ai laboratori IDEXX di Milano.
Acconsento.
Nel frattempo vado a prendere il gatto in clinica e i veterinari della clinica mi dice che 'sto Benedetto test è poco attendibile solo in caso di negatività, ma se il gatto risulta positivo è altamente attendibile.
Porto a casa il gatto e faccio quello che mi dice di fare l'allevamento.
Riceviamo quindi i risultati del test fatto dall'allevamento tramite laboratorio e il risultato è NEGATIVO sia per fiv che per felv.
Però non capisco.... Il referto è un referto di un test IDEXX ELISA, fatto in laboratorio IDEXX a Milano tramite trasferimento di campione di sangue dopo prelievo, che comunque mi pare sia esattamente il test veloce.... Ovvero coinciderebbe con quello fatto dalla clinica.... ????....
In ogni caso, settimana scorsa ho portato il gatto a fare il richiamo vaccinale, ovviamente da altro veterinario, al quale ho raccontato Tutta la faccenda.
La dottoressa in questione, ovviamente, non ha potuto darmi la certezza che il gatto sia totalmente sano, ma viste le condizioni generali del gatto che comunque sta bene, mangia, cresce, è vivace, è un piccolo teppistello e quindi è bello vispo, mi ha consigliato per il momento di lasciarlo tranquillo e tra qualche mese, on occasione della castrazione, ripetere il test fiv e felv per avere la certezza della positività o negatività del gatto.
Allora, qualunque sia il responso, è ovvio che il gatto lo terrò a prescindere, anche perché ormai mi sono davvero troppo affezionato...e il torto di abbandonarlo solo perché malato non lo farò mai.... è ovvio che però vorrei andare in fondo alla cosa.
Vorrei avere dei pareri da qualcuno di voi, anche inerenti alla questione test rapidi prima o dopo i 6 mesi di età ecc... E comunque qualche consiglio pratico per far fronte all'eventualità (sperando di no) di comparsa dei sintomi della malattia.
Grazie. E buona giornata.
Alfo1988 non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 25-05-2020, 10:38   #2
Profilo Utente
babaferu
Supergatto
 
Utente dal: 06 2008
Paese: torino
Gatti: 3
Messaggi: 12,746
Predefinito Re: Diagnosi di Felv

Mettici il referto, dal campione avrebbero dovuto fare test con PCR, altri esami senza i 6 mesi di isolamento, per quanto ne so.
Mi spiace... Ba
babaferu non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 25-05-2020, 14:57   #3
Profilo Utente
Misty
Gatto
 
L'avatar di  Misty
 
Utente dal: 09 2018
Regione: Piemonte
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 985
Predefinito Re: Diagnosi di Felv

Io ho avuto un gatto felv positivo e ha vissuto molto bene fino all'età di 12 anni, e tra l'altro avevo scoperto che era malata all'incirca quando aveva 10 anni e prima mai mai mai un problema di salute. Questo per dirti che se anche fosse malato puoi stare abbastanza sereno, oltre tutto un gatto che vive in casa è molto meno esposto a rischi e ha più probabilità di sopravvivenza di uno che vive all'esterno.
Detto questo spero veramente che sia stato un falso positivo e che tra qualche mese potrai tirare un bel respiro di sollievo
tienici aggiornati


Misty * mamma di Milly e Maya * Crimy, Misty e Milù nel mio cuore
Misty non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 26-05-2020, 10:51   #4
Profilo Utente
Anubi
Gattone
 
Utente dal: 10 2016
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 5
Messaggi: 1,660
Predefinito Re: Diagnosi di Felv

Cosa c'è scritto esattamente sul referto?
Io ho fatto fare un esame Fiv/Felv in un laboratorio tramite PCR, ho qui sott'occhio i risultati del test del mio micio e c'è proprio scritto Ricerca Fiv, Ricerca Felv metodica PCR real-time, se nel tuo referto non c'è scritto proprio PCR credo che sia stato fatto un altro tipo di test, da quello che mi sembra di capire proprio un ELISA.
Sinceramente non so se in laboratorio il test ELISA venga eseguito con la stessa metodologia del test ELISA eseguito in ambulatorio, bisognerebbe informarsi, ma da quello che so soprattutto in un gattino piccolo con meno di 6 mesi la PCR è indubbiamente più attendibile.
E infatti non capisco perchè l'allevatrice non abbia richiesto un test tramite PCR, dato che doveva mandare in laboratorio il campione di sangue del tuo micio avrebbe potuto chiedere l'analisi tramite PCR. Poi ci sarebbe un ulteriore test specifico per la ricerca della Felv, il test IFA che da quello che ho capito viene fatto sempre in laboratorio, ma non ho mai avuto l'occasione di informarmi più di tanto, una volta che la PCR del mio micio era risultata negativa a entrambe la malattie non ho esguito ulteriori test, con tutti gli altri miei mici ho sempre fatto fare Test Fiv/Felv tramite metodologia ELISA dal vet.

Comunque se i genitori sono testati Fiv/Felv negativi e il micino è stato acquistato regolarmente in un allevamento con contratto, pedigree, copia test genitori ecc...mi pare molto strano possa avere la Felv. Se ti vuoi togliere il dubbio puoi richiedere un esame tramite PCR, lo puoi far fare anche subito, altrimenti aspetta quando lo farete castrare.
Anubi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu Non puoi postare nuovi threads
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 22:21.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright, Privacy e Note Legali : Micimiao.net - Micimiao.it - Micimiao.com Copyright ©2000 - 2020.
Tutti i contenuti presenti all'interno di questo sito sono proprietà di micimiao e sono protetti da copyright. .
E' pertanto severamente vietato copiare anche solo parzialmente i contenuti di questo sito senza aver ottenuto il consenso esplicito.
Creato, aggiornato e gestito da webmaster Tamara