Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili
Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili e amici degli animali
Aiuta anche tu Micimiao clicca qui

Home Micimiao Forum Regolamento FAQ Calendario
Vai Indietro   Micimiao Forum di discussione per tutti i gattofili > MICIMIAO FORUM DI DISCUSSIONE SUI MICI > Il comportamento dei vostri a-mici

Notizie

Il comportamento dei vostri a-mici Se avete dubbi, domande o esperienze sul comportamenteo dei vostri a-mici postate qui.

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 24-08-2018, 21:25   #11
Profilo Utente
Malinka
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Sondaggio sulla predazione dei felini!

Non ho votato perché secondo me è un sondaggio male impostato in tutti i sensi.

La piccola fauna selvatica è sempre stata abbondantemente e variamente presente nel nostro Paese, ma solo da diversi decenni si è assistito a un considerevole calo, fino a un vero e proprio crollo in termini numerici e di specie.
Capisco che gli studiosi cerchino di determinarne le cause, ma ho l'impressione che studiare l'impatto dei felini, nel caso del sondaggio, il gatto domestico nelle sue varianti di rapporto con gli umani (cioè se vive sempre in casa, ecc.) abbia un sostanziale vizio di intenti, in quanto velatamente il gatto è ritenuto uno dei probabili responsabili del declino faunistico autoctono selvatico.

Piuttosto ci sarebbe da chiedersi come mai solo in tempi relativamente recenti si sia verificato un tale intenso depauperamento della fauna selvatica.
I gatti hanno sempre vissuto con e soprattutto accanto all'uomo, ma a differenza di oggi, non venivano nutriti dall'uomo, ma dovevano arrangiarsi a procacciarsi il cibo cacciando.
In teoria oggi che il 90% dei proprietari provvede al cibo e che una grande percentuale di gatti vive in casa e al massimo accede a balconi e terrazzi, non ci dovrebbero essere preoccupazioni tali da spingere a studiare l'impatto della loro predazione sulla fauna selvatica.

Non è che per caso alcuni di questi ricercatori siano magari anche cacciatori?
Mi è venuta questa pulce nell'orecchio perché da molti anni proprio i cacciatori si lamentano dell'estrema rarefazione o addirittura della scomparsa di molti animali che un tempo arricchivano facilmente i carnieri dei seguaci di Diana e ne danno colpa principalmente proprio ai gatti; basta avere la disgrazia di doversi sorbire di persona le loro elucubrazioni o leggere i loro forum, per averne significativi esempi.
E chissà perché non accusano mai se stessi, non lo fanno neppure i plotoni di esecuzione che nel bresciano, al colle di San Zeno, attendono in massa i migratori per sterminarli (questo giusto per fare un piccolo esempio).

Questi fucilatori di esseri indifesi si rifiutano di ammettete che proprio loro sono i principali responsabili di questo disastro ambientale, in buona compagnia con l'agricoltura intensiva che ha fatto e fa largo uso di pesticidi e con la sottrazione e il guasto degli habitat naturali, per far posto alla specie vivente più invasiva che abbia mai popolato il pianeta: noi umani.

Non solo in Nuova Zelanda, ma anche in Australia si punta il dito contro i gatti come devastatori della fauna autoctona.
Non ho mai studiato la situazione in quei Paesi, quindi non sono minimamente in grado di dare un giudizio in merito.
Tuttavia prendere spunto da situazioni così differenti dalle nostre per indagare il gatto-predatore mi sembra solo un andare alla ricerca di un possibile e plausibile capro espiatorio, per eludere le vere cause della riduzione della nostra fauna selvatica.

Per quanto riguarda nello specifico l'impostazione del sondaggio, non capisco l'utilità di sapere se e cosa predano i gatti che vivono in casa; va da sè che prederanno poco e di certo non potranno catturare topi, conigli e altri mammiferi, visto che è alquanto improbabile che frequentino appartamenti, balconi e terrazzi, dove al massimo potranno esserci insetti e simili e qualche sventurato uccellino che si sia spinto dove non avrebbe dovuto.

Invece se il gatto ha accesso all'ambiente esterno, a meno che non porti in casa le sue prede naturali è un po' difficile che il proprietario possa conoscere il tipo e il numero annuo.

Poi certo il mio è un modo di sentire "di pancia" da persona senza specifiche competenze scientifiche, quindi scusate se sono andata OT e se non ho compreso lo spirito del sondaggio.
  Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 24-08-2018, 21:45   #12
Profilo Utente
Aletto
Supergatto
 
Utente dal: 12 2014
Paese: Roma
Regione: Lazio
Sesso: Donna
Gatti: 3
Messaggi: 7,475
Predefinito Re: Sondaggio sulla predazione dei felini!

copioincollo in italiano da uno dei due link di Elena Rolfi
"Mentre i gatti domestici hanno convissuto a lungo con gli umani, mostrano comportamenti predatori naturali verso diverse specie (Fitzgerald & Turner, 2000). Questi animali mostrano ancora comportamenti di caccia, nonostante ricevano cibo fornito dai loro proprietari, come descritto in diversi studi (Fitzgerald & Turner, 2000;Biró et al., 2005; Ferreira et al., 2012Ferreira et al., 2014Ferreira e Genaro, 2017). A causa di queste caratteristiche, la presenza di questa specie nelle aree naturali può determinare un elevato impatto cumulativo sulle popolazioni delle loro prede (Medina e García, 2007; Tennent & Downs, 2008; Medina & Nogales, 2009; Medina et al. , 2011; Lessa & Bergallo, 2012; Loss et al., 2013; Nogales et al., 2013) e di conseguenza in concorrenza con specie autoctone con una nicchia ecologica simile, influenzando la sopravvivenza di quest'ultima (Biró et al., 2005; Phillips et al., 2007; Beutel et al., 2017). ..."

Bastassero poche migliaia di anni per sopprimere una motivazione di specie!
C'è un rapporto così strano tra noi e gli altri animali, tra noi e tutta la natura. E purtroppo è basato sull'antropocentrismo, sono pochissimi i ricercatori che ne sono immuni

E' stato reimmesso l'orso bruno ma la popolazione non è stata educata per condividerne il territorio
Negli stati uniti hanno fatto traslocare non so quanti bisonti -con forte stress per questi animali- per riportarli dove erano scomparsi per colpa dell'uomo (e non parlo dei nativi americani) ma non sanno se la popolazione umana attuale è in grado di reggerne l'impatto nel quotidiano
Parliamo del gatto immesso artificialmente in nuova zelanda? parliamone, è stato un errore madornale. Uno dei tanti.
Ci sono i lupi, che bello! ma ora sono troppi.......
Da poco è stato di nuovo avvistato il gatto selvatico anche nell'appennino, che facciamo? ( sempre che sia effettivamente il selvatico e non un ibrido?), per quale specie ci rallegriamo dell'esistenza e fino a quando?

Non è un polverone, continuare ad avere pesanti ingerenze nelle vite altrui è un problema. Non sei sapientina, è il tuo lavoro e facci sapere come va.


"Quando mi trastullo con la mia gatta chissà se essa non faccia di me il proprio passatempo più di quanto io faccia con lei" Montaigne
Aletto non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 25-08-2018, 09:56   #13
Profilo Utente
linguadigatto
Supergatto
 
L'avatar di  linguadigatto
 
Utente dal: 08 2015
Regione: Piemonte
Sesso: Donna
Gatti: 9
Messaggi: 6,936
Predefinito Re: Sondaggio sulla predazione dei felini!

in europa ci sono sempre stati gatti, un sacco di gatti, che si "arrangiavano" ricevendo poco o niente dagli umani, non sterilizzati ecc. possibile che l'impatto sia maggiore oggi?


Anna Leo Ludo Tesla Sestosenso Conrad-Cispi ... Sharon Bender Trippy Romeo, Buscemino e Biri sotto il salice, Rourki sotto la quercia
linguadigatto non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 25-08-2018, 12:57   #14
Profilo Utente
ElenaRolfi
Supergatto
 
L'avatar di  ElenaRolfi
 
Utente dal: 10 2014
Paese: Segrate
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 5,829
Predefinito Re: Sondaggio sulla predazione dei felini!

Quote:
Originariamente inviato da linguadigatto Visualizza Messaggio
in europa ci sono sempre stati gatti, un sacco di gatti, che si "arrangiavano" ricevendo poco o niente dagli umani, non sterilizzati ecc. possibile che l'impatto sia maggiore oggi?
Non sappiamo se l'impatto sia maggiore oggi, sappiamo solo che in tempi passati nessuno si preoccupava di monitorare le cose mentre oggigiorno sí.


"τέτλαθι δη, κραδίη, και κύντερον άλλο ποτ' έτλης."
ElenaRolfi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 25-08-2018, 13:03   #15
Profilo Utente
ElenaRolfi
Supergatto
 
L'avatar di  ElenaRolfi
 
Utente dal: 10 2014
Paese: Segrate
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 5,829
Predefinito Re: Sondaggio sulla predazione dei felini!

Quote:
Originariamente inviato da Malinka Visualizza Messaggio
Non ho votato perché secondo me è un sondaggio male impostato in tutti i sensi.

La piccola fauna selvatica è sempre stata abbondantemente e variamente presente nel nostro Paese, ma solo da diversi decenni si è assistito a un considerevole calo, fino a un vero e proprio crollo in termini numerici e di specie.
Capisco che gli studiosi cerchino di determinarne le cause, ma ho l'impressione che studiare l'impatto dei felini, nel caso del sondaggio, il gatto domestico nelle sue varianti di rapporto con gli umani (cioè se vive sempre in casa, ecc.) abbia un sostanziale vizio di intenti, in quanto velatamente il gatto è ritenuto uno dei probabili responsabili del declino faunistico autoctono selvatico.

Piuttosto ci sarebbe da chiedersi come mai solo in tempi relativamente recenti si sia verificato un tale intenso depauperamento della fauna selvatica.
I gatti hanno sempre vissuto con e soprattutto accanto all'uomo, ma a differenza di oggi, non venivano nutriti dall'uomo, ma dovevano arrangiarsi a procacciarsi il cibo cacciando.
In teoria oggi che il 90% dei proprietari provvede al cibo e che una grande percentuale di gatti vive in casa e al massimo accede a balconi e terrazzi, non ci dovrebbero essere preoccupazioni tali da spingere a studiare l'impatto della loro predazione sulla fauna selvatica.

Non è che per caso alcuni di questi ricercatori siano magari anche cacciatori?
Mi è venuta questa pulce nell'orecchio perché da molti anni proprio i cacciatori si lamentano dell'estrema rarefazione o addirittura della scomparsa di molti animali che un tempo arricchivano facilmente i carnieri dei seguaci di Diana e ne danno colpa principalmente proprio ai gatti; basta avere la disgrazia di doversi sorbire di persona le loro elucubrazioni o leggere i loro forum, per averne significativi esempi.
E chissà perché non accusano mai se stessi, non lo fanno neppure i plotoni di esecuzione che nel bresciano, al colle di San Zeno, attendono in massa i migratori per sterminarli (questo giusto per fare un piccolo esempio).

Questi fucilatori di esseri indifesi si rifiutano di ammettete che proprio loro sono i principali responsabili di questo disastro ambientale, in buona compagnia con l'agricoltura intensiva che ha fatto e fa largo uso di pesticidi e con la sottrazione e il guasto degli habitat naturali, per far posto alla specie vivente più invasiva che abbia mai popolato il pianeta: noi umani.

Non solo in Nuova Zelanda, ma anche in Australia si punta il dito contro i gatti come devastatori della fauna autoctona.
Non ho mai studiato la situazione in quei Paesi, quindi non sono minimamente in grado di dare un giudizio in merito.
Tuttavia prendere spunto da situazioni così differenti dalle nostre per indagare il gatto-predatore mi sembra solo un andare alla ricerca di un possibile e plausibile capro espiatorio, per eludere le vere cause della riduzione della nostra fauna selvatica.

Per quanto riguarda nello specifico l'impostazione del sondaggio, non capisco l'utilità di sapere se e cosa predano i gatti che vivono in casa; va da sè che prederanno poco e di certo non potranno catturare topi, conigli e altri mammiferi, visto che è alquanto improbabile che frequentino appartamenti, balconi e terrazzi, dove al massimo potranno esserci insetti e simili e qualche sventurato uccellino che si sia spinto dove non avrebbe dovuto.

Invece se il gatto ha accesso all'ambiente esterno, a meno che non porti in casa le sue prede naturali è un po' difficile che il proprietario possa conoscere il tipo e il numero annuo.

Poi certo il mio è un modo di sentire "di pancia" da persona senza specifiche competenze scientifiche, quindi scusate se sono andata OT e se non ho compreso lo spirito del sondaggio.
Il sondaggio non è stato realizzato da me ma da un mio collega che si occupa del monitoraggio della fauna selvatica e nello specifico dell'impatto sulla biodiversità della fauna selvatica da parte dei predatori domestici. In Nuova Zelanda e in Australia i domestici hanno devastato effettivamente la fauna selvatica inserendosi nelle nicchie ecologiche vuote come predatori efficientissimi di animali impreparati. Per quanto riguarda il nesso tra cacciatori e ricercatori posso assicurare che non esiste categoria più avversa alla ricerca dei cacciatori/agricoltori/allevatori in particolar modo per quanto riguarda il tema orso bruno e lupo.

Una curiositá, ot. Come mai parli di cacciatori e non citi i bracconieri?


"τέτλαθι δη, κραδίη, και κύντερον άλλο ποτ' έτλης."
ElenaRolfi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 25-08-2018, 13:07   #16
Profilo Utente
ElenaRolfi
Supergatto
 
L'avatar di  ElenaRolfi
 
Utente dal: 10 2014
Paese: Segrate
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 5,829
Predefinito Re: Sondaggio sulla predazione dei felini!

Aletto mi dispiace ma l'orso bruno non è stato reimmesso, cosí come il lupo. L'orso bruno italiano versa in condizioni pietose, le due popolazioni abruzzese e trentina soffrono di un forte calo demografico, soprattutto la prima, che non gode delle immigrazioni estere dai balcani che invece si verificano in trentino. Il lupo é in aumento ma, di nuovo, non c'é mai stato l'intervento diretto dell'uomo in termini di reintroduzione. L'aumento demografico è solo frutto delle restrizioni legislative e del rimboschimento.

Anche questa della "reintroduzione" purtroppo é una grande falla di disnformazione scientifica del nostro paese, complici i media.


"τέτλαθι δη, κραδίη, και κύντερον άλλο ποτ' έτλης."
ElenaRolfi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 25-08-2018, 13:10   #17
Profilo Utente
ElenaRolfi
Supergatto
 
L'avatar di  ElenaRolfi
 
Utente dal: 10 2014
Paese: Segrate
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 5,829
Predefinito Re: Sondaggio sulla predazione dei felini!

Lungi da me essere antropocentrista...ma lungi da me anche essere gattocentrista


"τέτλαθι δη, κραδίη, και κύντερον άλλο ποτ' έτλης."
ElenaRolfi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 25-08-2018, 13:30   #18
Profilo Utente
Malinka
Guest
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Sondaggio sulla predazione dei felini!

Quote:
Originariamente inviato da ElenaRolfi Visualizza Messaggio
[...]
Una curiositá, ot. Come mai parli di cacciatori e non citi i bracconieri?
Non li ho citati perché come guardia ittico venatoria troppe volte ho constatato direttamente quanto oggi sia labile il confine tra cacciatore/pescatore e bracconiere.
L'occasione fa l'uomo ladro; se non gli tieni il fiato sul collo, la maggior parte dimentica non solo i regolamenti, ma anche l'etica e diventano predatori della peggior specie, non rispettano neppure le femmine e i cuccioli, uccidono animali che ritengono loro concorrenti nella caccia (sparano anche ai gatti...); non agiscono per questione di sopravvivenza, ma per avidità e/o divertimento.
E anche se nell'immaginario collettivo è ritenuto impossibile, ci sono certi cacciatori che sono ben peggiori di certi bracconieri. Però a differenza di questi ultimi, sono in possesso di regolare licenza di caccia.
  Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 25-08-2018, 14:10   #19
Profilo Utente
Aletto
Supergatto
 
Utente dal: 12 2014
Paese: Roma
Regione: Lazio
Sesso: Donna
Gatti: 3
Messaggi: 7,475
Predefinito Re: Sondaggio sulla predazione dei felini!

Non sono così sicura che l'orso in nord italia non sia stato reimmesso volontariamente dalla slovenia. Del lupo non ho scritto che è stato reimmesso (credo almeno). Ma vedi io ho fonti di etologi che sono diverse dalle tue

La monitorizzazione dell'ambiente è un tema importante e ne siamo tutti sensibilizzati essendo consapevoli dei danni che produciamo con coltivazioni intensive e monotematiche che limitano la biodiversità non solo per il tipo di coltivazione e per erosione di ecosistemi importanti, ma anche per l'uso di pesticidi che sono nocivi a gran parte di insetti ed altri animali che se ne nutrono
Anche gli ecosistemi in buona salute non sono mai stabili, ma le variazioni significative si vedono nel corso di molti anni
Addossare al gatto la colpa della perdita di una biodiversità che è fisiologicamente oscillante mi sembra focalizzarsi solo su una piccola parte del problema e agendo su quella piccola parte si causano altre conseguenze come il proliferare di altri piccoli predatori, dimentichiamo che siamo tutti interconnessi. Non possiamo tirarci fuori perché ne facciamo parte.
Il gatto ha un suo spazio nell'ecosistema, lo ha da sempre. Limitarne la felinità, l'espressione della predazione, è una cosa da pressapochisti. A me sembra l'ennesima caccia alle streghe

La popolazione della gazzella di Thomson nella riserva del serengeti è calata di quasi 2/3 in pochi anni a causa di predazione, malattie e competitività intraspecifica. Che facciamo? dissuadiamo i suoi predatori?

Va tutto considerato nel suo complesso, altrimenti si fa un casino


"Quando mi trastullo con la mia gatta chissà se essa non faccia di me il proprio passatempo più di quanto io faccia con lei" Montaigne
Aletto non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Vecchio 25-08-2018, 15:07   #20
Profilo Utente
ElenaRolfi
Supergatto
 
L'avatar di  ElenaRolfi
 
Utente dal: 10 2014
Paese: Segrate
Regione: Lombardia
Sesso: Donna
Gatti: 2
Messaggi: 5,829
Predefinito Re: Sondaggio sulla predazione dei felini!

Ma tra fare uno studio sugli effetti della predazione dei felini domestici e "addossare al gatto la colpa" che relazione sussiste esattamente? Perché forse ho perso un passaggio


"τέτλαθι δη, κραδίη, και κύντερον άλλο ποτ' έτλης."
ElenaRolfi non è collegato   Rispondi Citando Vai in cima
Rispondi

Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu Non puoi postare nuovi threads
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +1. Attualmente sono le 08:54.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright, Privacy e Note Legali : Micimiao.net - Micimiao.it - Micimiao.com Copyright ©2000 - 2020.
Tutti i contenuti presenti all'interno di questo sito sono proprietà di micimiao e sono protetti da copyright. .
E' pertanto severamente vietato copiare anche solo parzialmente i contenuti di questo sito senza aver ottenuto il consenso esplicito.
Creato, aggiornato e gestito da webmaster Tamara